L'acquisto di pneumatici dipende per lo più dalla stagione

Il vostro garagista vi offre una vasta gamma di cerchi o ruote complete omologate. Spesso vengono organizzati speciali «sabati dello pneumatico», durante i quali una squadra di garagisti sostituisce a cottimo gli pneumatici estivi o invernali mentre voi vi gustate comodamente un caffè.

Prima di acquistare gli pneumatici, informatevi anche sui risultati del Test pneumatici TCS e leggete le informazioni specificate sull’etichetta pneumatici.


Le numerose funzioni di uno pneumatico

Gli pneumatici garantiscono il contatto del veicolo sulla strada. La superficie di contatto di quattro pneumatici corrisponde all’incirca alle dimensioni di un foglio A4. Attraverso questa superficie devono essere trasferite tutte le forze di trazione, dei freni e di reazione laterale. Gli pneumatici devono inoltre sostenere tutto il peso del veicolo, carico incluso.

Un’altra importante funzione dello pneumatico è quella di neutralizzare e assorbire le irregolarità minori del fondo stradale. Un compito che diventa particolarmente difficile per gli pneumatici a sezione stretta. Ciò significa che con questo tipo di pneumatici il cliente deve essere disposto ad accettare eventuali perdite di comfort a livello di assorbimento degli urti e delle irregolarità del fondo stradale. In cambio, gli pneumatici a sezione stretta garantiscono un sostegno laterale più stabile in curva, perché si deformano meno. Lo pneumatico deve generare la minima resistenza al rotolamento possibile e contemporaneamente essere silenzioso e privo di vibrazioni. Le funzioni che deve svolgere uno pneumatico sono davvero tante! La scelta dello pneumatico giusto non è quindi affatto uno scherzo.


Gomma: più di una semplice mescola nera

Sostanzialmente esistono tre tipi di pneumatici: pneumatici estivi, invernali e quattro stagioni (all-season). A questi si aggiungono ancora pneumatici speciali, ad esempio per il fuoristrada. Gli pneumatici si differenziamo soprattutto per la mescola di gomma e il profilo del battistrada. Rispetto a quelli invernali, gli pneumatici estivi hanno una mescola più dura, in grado di sopportare senza problemi anche le elevate temperature dell’asfalto. Con temperature inferiori a 7 °C, lo pneumatico estivo diventa duro e perde elasticità, pregiudicando lo spazio di frenata e la tenuta in curva.

  • Grazie al loro profilo, oggi per lo più a struttura lamellare, rispetto a quelli estivi gli pneumatici invernali forniscono non solo una migliore aderenza sulla neve ma, grazie alla mescola più morbida, garantiscono una maggiore sicurezza a basse temperature (sotto i 7 °C). In estate, quando le temperature esterne sono elevate, diventano morbidi pregiudicando di nuovo lo spazio di frenata e la tenuta in curva.

  • Gli pneumatici quattro stagioni rappresentano sempre un compromesso e quindi dovrebbero essere usati solo con molta moderazione, in regioni dove nevica poco o dove in caso di emergenza è possibile rinunciare all’auto.
  • Pressione dell’aria e valvola

  • La durata e la sicurezza di uno pneumatico dipendono dalla giusta pressione di gonfiaggio. Una pressione troppo alta o insufficiente impedisce un contatto ottimale del profilo con il fondo stradale. Le conseguenze si traducono non solo in un consumo eccessivo o irregolare del profilo del battistrada, ma anche in una scarsa aderenza. Una situazione che può diventare pericolosa, soprattutto quando si affronta una curva ad alta velocità o sul bagnato.
Consigli:
  • Controllare la pressione di gonfiaggio una volta ogni quattro settimane con pneumatici freddi.
  • Regolare la pressione di gonfiaggio seguendo le istruzioni del costruttore e impostando lo stesso valore su ciascun asse.
  • Controllare di tanto in tanto anche la ruota di scorta.
  • Già con una pressione di gonfiaggio insufficiente di 0,4 bar, si consuma il 2% in più di carburante e si accorcia la durata dello pneumatico del 30%.
  • Durante un lungo viaggio in autostrada, una pressione insufficiente causa un aumento della temperatura dello pneumatico di oltre 120 °C in più. Lo pneumatico può quindi danneggiarsi.
  • Ogni volta che viene sostituito uno pneumatico va sostituita anche la valvola, perché le valvole in gomma invecchiano se esposte a radiazioni UV, vibrazioni e alte/basse temperature. Se si pensa che alla velocità di 200 km/h su una piccola valvola che pesa appena 10 grammi agisce una forza di 7,5 kg, è evidente che le valvole in gomma vecchie e infragilite non sono più in grado di sostenere una simile sollecitazione.
  • Chiudere sempre le valvole con il loro cappuccio, in modo che le parti interne della valvola vengano protette da polvere, sporco e umidità.

torna su