BMW e MINI cercano 70 professionisti

13 giugno 2017 professioneauto.ch – Sulle strade svizzere circolano più di sei milioni di veicoli a motore. 340 000 di questi sono BMW e Mini, con un trend in ascesa. Per garantire la manutenzione di queste auto, BMW Group cerca ulteriori specialisti.
 
mbo. La necessità di mobilità individuale cresce ininterrottamente in Svizzera. Per la prima volta è stato superato il numero di sei milioni di veicoli a motore sulle nostre strade e la cifra è in costante crescita. Per questo continuano ad essere richieste le persone che esercitano una professione dell'auto. Servono infatti professionisti che assicurino la manutenzione di questo parco veicoli in costante espansione. Per reperire personale qualificato, BMW Group Svizzera ha deciso di percorrere una nuova strada. L'organizzazione commerciale di BMW e Mini ha avviato l'azione "Mechanic 70+" per trovare in concreto almeno 70 tra meccatronici d'automobili, specialisti di auto e carrozzieri. Christoph Ernst, direttore Aftersales BMW/Mini: «Attualmente in Svizzera sono immatricolate 340 000 vetture delle marche BMW e Mini e la tendenza è in aumento. Abbiamo lanciato quest'azione per non allungare i tempi d'attesa dei nostri clienti.»


Christoph Ernst, direttore Aftersales BMW/Mini.

BMW Group ha già assunto altre misure perché la crescita del parco veicoli non è iniziata dall'oggi al domani. Ad esempio, per aumentare l'efficienza sono stati ottimizzati tutti i processi di lavoro nelle aziende e sono stati creati nuovi modelli lavorativi per il personale esistente. «Con il modello "Settimana di 4 giorni", i dipendenti lavorano più ore nell'arco di quattro giorni e il quinto giorno è libero. Questo modello è particolarmente apprezzato dai giovani che non hanno particolari vincoli», spiega Christoph Ernst.
 
Con i nuovi modelli di lavoro che consentono svariate possibilità di perfezionamento professionale e persino di lavorare presso un concessionario di un'altra regione del Paese, BMW intende risolvere un ulteriore problema del settore: la fuga degli apprendisti dopo che hanno terminato il processo di qualificazione. Christoph Ernst: «Nonostante la notevole forza di attrazione delle marche BMW e Mini, dobbiamo adoperarci per trattenere i professionisti qualificati e per trovarne di nuovi.»
 
Per ulteriori informazioni: www.bmw-partner-karriere.ch e www.mini-partner-karriere.ch

 
 
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie