Formula E elettrizza Zurigo


Sebastien Buemi e Nelson Piquet. (Bild: Formel E)
 

11 giugno 2018 upsa-agvs.ch – Domenica scorsa l’auto ha calamitato una moltitudine di zurighesi nel centro città. In circa 150’000 si sono assiepati intorno a un circuito urbano di 2,5 km per assistere alla prima corsa di Formula E in Svizzera - un record di cui l’evento può andar fiero.

srh. Quanto accaduto la scorsa domenica ha dell’incredibile. A Zurigo, roccaforte rosso-verde, la folla si è riunita intorno a una corsa automobilistica: la prima su pista circolare a essere disputata in Svizzera da 64 anni a questa parte. Ne è nata una vera e propria festa popolare alla quale non ha voluto mancare nemmeno il più raggiante dei soli. Per tutto il giorno gli spettatori si sono assiepati intorno alle inferriate per respirare l’atmosfera da gara automobilistica – un evento che Alejandro Agag, CEO della Formula E, ha definito «la nostra Monaco».
 
Tra le prove e l’inizio della gara, la folla ha gremito la zona destinata agli stand, attirata dal magico richiamo di ravioli tibetani, hamburger vari, spiedini e salsicce alla griglia. Sono andate a ruba anche le bibite, date le temperature intorno ai 30 gradi. Alla vigilia della gara la ressa è aumentata tanto da spingere la polizia a chiudere gli accessi al circuito. Perché sulla sicurezza a bordo pista non si scherza.
 
Quando poi, dopo le 18, è scattato il verde la partenza dei bolidi è stata ripresa da una marea di smartphone. Unico grande assente: il rombo dei motori. Il rumore delle saette elettriche ricorda infatti più il sibilo delle piste per automobili Carrera che il sound di un bolide. Quanto alla velocità, invece, la performance è stata notevole. La gara, che i più hanno seguito sui megaschermi sulle sponde del lago per la scarsa visibilità della pista, ha elettrizzato le masse più della processione motoristica che la Formula 1 ha celebrato poche ore dopo a Montreal.
 
La splendida giornata è stata però adombrata da un’allerta che, a due ore dalla gara, ha fatto preoccupare organizzatori ed espositori. Agli stand sulla Bürkliplatz, tra cui quello di Electrosuisse e diversi dedicati alle auto a gas naturale/biogas, i roll-up sono stati prontamente ritirati. La app di MeteoSvizzera aveva infatti annunciato forti temporali per le 17. Per fortuna i timori si sono dimostrati subito infondati. Alla fine nulla ha turbato il felice evento motoristico di Zurigo. E felice è stata anche Corine Mauch, sindaco della città (PS),che ha gioito per diversi motivi: ha avuto l’onore di premiare il vincitore Lucas Di Grassi, il popolo votante di Zurigo ha respinto un progetto per limitare drasticamente le manifestazioni nel cuore della città e ABB, sponsor della Formula E, ha regalato a Zurigo 30 stazioni di ricarica veloce per mezzi elettrici.

Cosa pensate della Formula E di Zurigo?

L’auto ha un fascino irresistibile: domenica scorsa più di 150’000 fan sono accorsi alla prima gara svizzera disputata su una pista circolare.
 
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie