Nel 2016 le automobili nuove hanno consumato in media 5,79 litri ogni 100 chilometri

12 giugno 2017 upsa-agvs.ch - Le automobili immatricolate in Svizzera per la prima volta nel 2016 hanno consumato in media 5,79 litri di equivalenti benzina ogni 100 chilometri, ovvero l'1 per cento in meno rispetto al 2015 (5,85 l/100 km). Anche le emissioni medie di CO2 delle automobili nuove sono calate dell'1,2 per cento rispetto all'anno precedente (135 g CO2/km), attestandosi intorno ai 134 g CO2/km.
 
pd. Nel 2016 sono state immatricolate circa 319'700 automobili, ossia il 2,9 per cento in meno rispetto all'anno precedente. Il 2 per cento delle nuove immatricolazioni era costituito da automobili alimentate parzialmente o integralmente con energia elettrica (2015: 1,9 %). Anche la quota dei veicoli diesel è leggermente aumentata, raggiungendo il 39,5 per cento (2015: 39,3 %).
 
Per rendere possibile la comparazione dei diversi carburanti, il consumo viene espresso in unità di benzina (i cosiddetti «litri di equivalenti benzina»), analogamente a quanto si fa dal 2012 anche per l'etichetta Energia.
 
L'efficienza tecnica delle automobili nuove è migliorata ulteriormente nel 2016. Il consumo energetico per ogni 1000 kg di peso del veicolo è diminuito del 3,1 per cento circa, raggiungendo i 3,7 litri di equivalenti benzina/100km (2015: 3,82 litri di equivalenti benzina/100km). Il peso a vuoto è invece aumentato passando a 1'565 kg (2015: 1'532 kg). La cilindrata media è aumentata dello 0,4 per cento, raggiungendo per la prima volta 1'790 ccm (2015: 1'783 ccm). Dal 2011 la tendenza verso auto con motori più piccoli si è arrestata.
 
Timida diminuzione delle emissioni di CO2
Nel 2016 le emissioni medie di CO2 delle nuove automobili sono state pari a circa 134 grammi CO2/km, ovvero all'1,2 per cento in meno rispetto all'anno precedente (2015: 135 CO2/km). È la riduzione più bassa registrata dal 2006.
 
Nei veicoli a benzina il valore è rimasto pari a 136 g CO2/km, come nel 2015, mentre nei veicoli diesel è sceso a 136 g CO2 (2015: 139 g/km). Le emissioni dei veicoli elettrici sono calate in media di oltre 2 g CO2/km. Complessivamente, il tasso di riduzione delle emissioni medie di CO2 (- 1,2 %) è stato leggermente più alto di quello del consumo di carburante e di elettricità (- 1 %).
 
Le attuali prescrizioni sulle emissioni di CO2 prevedevano una riduzione, entro la fine del 2015, fino a 130 g CO2/km delle emissioni medie di CO2 delle automobili messe in circolazione per la prima volta (analogamente a quanto previsto dalle prescrizioni in vigore in UE). Nel 2015 questo obiettivo è stato mancato di poco; da allora le prescrizioni non sono più state inasprite e ciò spiega in parte il rallentamento della riduzione.
 
L'ordinanza federale sull'energia (OEn, appendice 3.6) esige che in Svizzera vengano effettuati annualmente un rilevamento e una valutazione del consumo energetico delle nuove automobili. Tra il 2001 e il 2012 auto-schweiz ha raccolto i dati degli importatori generali svizzeri e ha steso, su mandato dell'UFE, i relativi rapporti. Dal 2013 Ernst Basler + Partner è incaricata della valutazione.

Dal 2014 gli indicatori riguardanti il nuovo parco auto vengono valutati per Cantone. I dati principali, ossia il numero delle immatricolazioni, la quota dei veicoli a trazione integrale, il consumo di carburante, il peso a vuoto e le emissioni di CO2, vengono rilevati per Cantone e rappresentati in una cartina. Dal 2013 vengono dichiarate anche le importazioni degli importatori paralleli e privati, che attualmente corrispondono a circa il 7 per cento di tutte le automobili nuove. Il rapporto contiene dati relativi a tutti i sistemi di propulsione, espressi in litri di equivalenti benzina per permetterne il confronto reciproco.
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie