Prima della consegna: il garagista ha l’obbligo d’informare

5 gennaio 2018 agvs-upsa.ch – Il garagista consegna in buona fede un veicolo a un cliente interessato ad acquistarlo perché possa provarlo su strada. Il cliente resta coinvolto in un incidente e causa dei danni. Come se non bastasse, il conducente non ha una licenza di condurre valida. Cosa prevede l’assicurazione? Ralf Kühne-Schäfer, responsabile flotte di Allianz Suisse, spiega i punti principali riguardanti il tema delle prove su strada e delle auto a noleggio. 

Il garagista deve assolutamente informare il cliente o il potenziale acquirente in merito alla copertura assicurativa esistente per il veicolo e alle franchigie applicate. 

tki. Signor Kühne-Schäfer: a cosa deve fare attenzione un garagista prima di consegnare un veicolo per una prova su strada o nel caso di un veicolo a noleggio?
Ralf Kühne-Schäfer: Innanzitutto il garagista deve naturalmente accertarsi che il cliente o il conducente del veicolo sia in possesso dei requisiti per guidarlo. In altre parole deve verificare che il cliente abbia la licenza di condurre valida per quel veicolo. Poi deve registrare i dati personali e stabilire la durata della prova su strada o del noleggio. Entrambe le parti concordano tutto questo in un contratto di utilizzo o noleggio comprendente anche un verbale che attesti le condizioni del veicolo. Annotare che il veicolo presenta già certi danni, ad esempio, evita brutte sorprese alla riconsegna del veicolo.

In pratica sussiste un obbligo d’informare.
Esattamente. Il garagista deve assolutamente informare il cliente o il potenziale acquirente in merito alla copertura assicurativa esistente per il veicolo e alle franchigie applicate. Chiarire questi punti evita le discussioni in caso di sinistro.
 
Quale multa è inflitta al garagista se non adempie l’obbligo d’informare o se non fornisce informazioni sufficienti?
Siamo una società assicurativa, non un’autorità penale, quindi da parte nostra non ci sono ammende a carico del garagista. Tuttavia, in caso di sinistro possiamo ridurre o negare la prestazione assicurativa in presenza di una violazione colposa delle prescrizioni di legge o delle disposizioni contrattuali. Facciamo un esempio: un cliente prova il veicolo su strada senza disporre della licenza di condurre valida e causa un incidente. In caso di assicurazione casco, l’assicuratore non è tenuto ad erogare le prestazioni. Nel caso dell’assicurazione responsabilità civile, per i danni l’assicuratore può esercitare il diritto di regresso sul concessionario o sul garagista. In sostanza, non rispettare le regole può costare caro.
 
Quando copre l’assicurazione in caso di «prova su strada/auto a noleggio»?
In linea di massima, per l’assicurazione responsabilità civile dei veicoli a motore, la copertura assicurativa sussiste se il veicolo circola con una targa valida. Nel caso della casco, la copertura assicurativa sussiste solo se è stata stipulata un’assicurazione casco per la targa del concessionario o per il veicolo definitivamente immatricolato (con targa singola o trasferibile). Occorre assolutamente tenere presente che i veicoli a noleggio, il cui scopo commerciale è generare entrate risultanti dal canone di noleggio, devono essere dichiarati all’assicurazione effettivamente come tali.

Tutto questo vale in ogni caso?
Ci sono anche altre situazioni, come le prove su strada effettuate dai collaboratori del garage, per esempio dopo un intervento di assistenza o una riparazione. In questo caso l’assicurazione responsabilità civile aziendale obbligatoria copre i danni di responsabilità civile. È consigliabile anche coprire il rischio di un danno casco al veicolo del cliente stipulando un’apposita assicurazione supplementare. Inoltre, se il veicolo del cliente non ha la targa, per la prova su strada effettuata dopo l’intervento di assistenza devono essere usate le targhe del concessionario o del garagista.
 
Dove termina la copertura assicurativa?
È molto semplice: devono essere sempre rispettate le disposizioni di legge e contrattuali. In tal caso la copertura assicurativa non pone problemi.
 
Come procede l’assicurazione in caso di sinistro causato durante una prova su strada o con un veicolo a noleggio?
Per il trattamento del sinistro non c’è distinzione tra veicolo dimostrativo, a noleggio o privato. La prima fase è la notifica di sinistro, poi verifichiamo fino a che punto risponde la polizza assicurativa e fino a che punto risponde l’assicurato. Infine si passa alla liquidazione del sinistro. Nell’interesse dei nostri clienti, noi puntiamo su una liquidazione veloce ed efficiente del sinistro.
 
L’assicurazione può avanzare pretese di regresso sull’azienda o sulla persona che ha consegnato il veicolo?
In presenza di motivi previsti per legge o dal contratto, l’assicuratore può avanzare pretese di regresso parziale o totale nei confronti del contraente o dell’assicurato per le prestazioni erogate nell’ambito dell’assicurazione responsabilità civile. Nell’ambito dell’assicurazione casco, la prestazione può essere ridotta ad esempio in caso di comportamento colposo del detentore del veicolo o può essere esercitato il regresso sul conducente, se colpevole. La prestazione può essere anche negata, come previsto dall’apposito articolo di legge nell’ambito del programma Via sicura. Per questo è molto importante che garagista e cliente osservino entrambi i punti suddetti. Definire tutto anticipatamente può evitare molte discussioni in caso di sinistro. <
 
L’UPSA dà una mano con il modello di contratto
Sul sito dell’UPSA è disponibile il contratto di utilizzo per le prove su strada. Sottoscrivendo il modulo, la persona che prende in prestito il veicolo si impegna in modo vincolante ai sensi di legge a guidarlo personalmente ed esclusivamente per la prova su strada. In caso di utilizzo inappropriato del veicolo e di eventuali danni, sarà chiamata a rispondere per quanto non coperto dall’assicurazione del veicolo (franchigia, regresso eccetera).

Inoltre si impegna a informare immediatamente il prestatore del veicolo in caso di sinistro e a redigere un verbale di incidente. Solitamente spetta al conducente informare direttamente la polizia. Importantissimo: con questo contratto di utilizzo, la persona che prende in prestito il veicolo si dichiara responsabile del rispetto delle vigenti disposizioni del codice della circolazione. Pertanto dovrà rispondere illimitatamente delle eventuali violazioni, come il superamento del limite di velocità.

L’UPSA consiglia vivamente di allegare sempre al contratto di utilizzo una copia delle licenza di condurre del cliente. Inoltre il garagista deve sempre mettere a disposizione sul veicolo a noleggio/in prova i verbali per la costatazione di sinistro.
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie