10'000 CheckEnergeticaAuto: raggiunta una nuova pietra miliare

Insieme per l’ambiente: i garagisti svizzeri hanno già svolto insieme 10'000 CheckEnergeticaAuto, risparmiando oltre 12'000 tonnellate di CO2.

Con il CheckEnergeticaAuto (CEA), i garagisti dell’UPSA aiutano i loro clienti non solo a risparmiare energia e denaro, ma anche a proteggere l’ambiente. Fortunatamente sono sempre di più le automobiliste e gli automobilisti che sottopongono la loro auto a questo controllo. Con il check n° 10'000, l’UPSA e SvizzeraEnergia hanno posto insieme una nuova pietra miliare.

Con il 10'000° CEA, i garagisti svizzeri dell’Unione professionale svizzera dell'automobile (UPSA) hanno compiuto un ulteriore passo verso il traguardo ideale, quello in cui tutti i veicoli leggeri che circolano in Svizzera avranno superato il CEA. Un traguardo molto più che solo auspicabile: grazie al CEA, infatti, un’auto risparmia ogni anno in media oltre 200 litri di carburante e 0,5 tonnellate di CO2, permettendo al suo proprietario di mettere da parte sino a 350 franchi nello stesso periodo. Moltiplicando queste cifre per l’attuale parco circolante svizzero (formato da oltre 4,5 milioni di veicoli leggeri), si ottiene un potenziale risparmio di 1 miliardo di litri di carburante, 2,3 milioni di tonnellate di CO2 e 1,6 miliardi di franchi.

Garagisti per l’ambiente
Il successo del CheckEnergeticaAuto è dovuto agli argomenti convincenti come la possibilità di risparmiare carburante, denaro e di fare qualcosa per l’ambiente. Ma non solo: grazie anche all’UPSA, un partner forte che sostiene e consiglia costantemente i suoi soci, i garagisti svizzeri si stanno calando sempre di più nel loro nuovo ruolo di consulenti per tutte le questioni che ruotano intorno alla mobilità e all’ambiente. Essi sono pertanto consapevoli che la formazione e formazione continua assumeranno un’importanza sempre maggiore anche e proprio in futuro. Nella loro veste di specialisti devono essere aggiornati: solo così possono fornire al cliente una consulenza esperta e credibile nei settori mobilità, ambiente e tecnologie.

Attualmente i garagisti dell’UPSA che offrono il CheckEnergeticaAuto sono già 923, e il loro numero continua ad aumentare. L’UPSA e SvizzeraEnergia sono infatti al lavoro per ampliare costantemente la rete di garagisti dell’UPSA certificati per il CEA.
L’elenco dei garagisti dell’UPSA che offrono il CheckEnergeticaAuto è disponibile all’indirizzo: www.checkenergeticaauto.ch/index.php/it/cerca-garage.

«Uno dei punti di forza è la sua varietà d'impiego»

Uno dei punti di forza del CheckEnergeticaAuto (CEA) risiede nella varietà delle sue applicazioni, afferma Markus Peter, responsabile del settore Tecnica automobilistica e Ambiente dell'Unione professionale svizzera dell'automobile (UPSA), che si ritiene finora soddisfatto del suo sviluppo.

Signor Peter, i garagisti UPSA sembrano impiegare il CheckEnergeticaAuto in vari modi: alcuni lo vendono, sebbene con prezzi nettamente diversi tra loro, altri lo eseguono praticamente su ogni auto senza addebitare alcun costo, almeno ufficialmente. Qual è la posizione dell'UPSA in merito?
Markus Peter: Con il CheckEnergeticaAuto, l'UPSA mette a disposizione dei propri membri uno strumento prezioso ed ecologico per fidelizzare i clienti. Uno dei punti di forza del CheckEnergeticaAuto sta proprio nella sua varietà d'impiego, ad esempio in fase di vendita del veicolo, come ordine a sé stante o in combinazione con altri lavori d'officina. Anche per questo motivo i prezzi fatturati al cliente per il CheckEnergeticaAuto differiscono tra loro.

Cosa ne pensa personalmente della seconda variante?
Markus Peter: Se penso a una maggiore diffusione pubblica del CheckEnergeticaAuto e ai vantaggi per l'ambiente, non posso che rallegrarmi se nelle aziende aderenti all'UPSA vengono eseguiti quanti più test possibili. Naturalmente l'ideale sarebbe che la maggioranza dei clienti richiedesse il check spontaneamente e fosse disposta a pagare il prezzo corrispondente per i 30 minuti di lavoro necessari. D'altro canto, il CheckEnergeticaAuto serve anche a sorprendere il cliente con una prestazione aggiuntiva che non viene fatturata. Personalmente ritengo che questo sia l'approccio ideale.

Non è rischioso eseguire gratuitamente una prestazione che richiede comunque un impegno lavorativo?
Markus Peter: Se si considera solo l'impegno diretto e il ricavato del CheckEnergeticaAuto, i conti non tornerebbero, ovvio. Se invece si considera che il CheckEnergeticaAuto incrementa la fiducia del cliente e genera attività supplementari postvendita (vendita di pneumatici di valore superiore, dotazione successiva di luci diurne a LED ecc.), il bilancio appare già molto più positivo. Se poi si aggiungono i rimborsi ai garagisti CEA attivi, possibili grazie al sostegno di SvizzeraEnergia, il risultato per i garagisti è del tutto equilibrato.

È soddisfatto dello sviluppo del CEA?
Markus Peter: Sì e no. Il numero delle aziende che mostrano un sostanziale interesse e che possono offrire il CEA è già elevato. Tuttavia il numero dei garagisti CEA attivi potrebbe essere decisamente superiore e questa resta la nostra sfida. Fa ben sperare il riscontro positivo dei garagisti rispetti ai rimborsi, possibili solo grazie al sostegno di SvizzeraEnergia. Ciò ha permesso di aumentare notevolmente il numero dei check.

Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie