Anche le auto autonome devono recarsi in officina

18 ottobre 2016 agvs-upsa.ch - Il tradizionale convegno delle 4 nazioni delle associazioni automobilistiche di Germania, Austria, Alto Adige e Svizzera si è svolto quest'anno a Berna. Tema comune: quale sarà la situazione della mobilità motorizzata, delle professioni e del commercio nel settore automobilistico nel 2020?


D. s.: Urs Wernli, Jürgen Karpinski, Friedrich Nagl, Josef Schirak e Dietmar Mock.

Il padrone di casa Urs Wernli, presidente centrale dell'UPSA, ha dato il benvenuto ai partecipanti alla Mobilcity di Berna. Per la prima volta l'evento di tre giorni è iniziato con una discussione dal palco coordinata da un moderatore. Oltre a Urs Wernli hanno partecipato Jürgen Karpinski (presidente del ZDK - Zentralverband Deutsches Kraftfahrzeug-Gewerbe), Dietmar Mock (presidente dei meccatronici d'auto in Alto Adige), Friedrich Nagl (Bundesinnung Kraftfahrzeugtechniker - Associazione federale dei tecnici d'auto in Austria) e Josef Schirak (Bundesgremium Fahrzeughandel - Organo federale del commercio d'auto della Camera dell'economia austriaca).

I temi generali sono stati lo sviluppo generale del settore automobilistico fino al 2020, lo sviluppo delle professioni automobilistiche, lo sviluppo della mobilità automobilistica con attenzione alla motorizzazioni elettriche e l'andamento economico delle imprese. Tutti i Paesi hanno evidenziato aspetti negativi, come ad esempio il declassamento dei concessionari a meri rivenditori in Germania o la carenza di apprendisti in Austria, ma anche aspetti positivi, come il fatto che anche le auto elettriche o autonome devono recarsi in officina.
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie