Ibride plug-in: Prius unica auto pulita

29 giugno 2017 upsa-agvs.ch - In fatto di ecologia, la Toyota Prius è l’unica ad avere la coscienza pulita - questo è il risultato di un confronto effettuato in occasione dell’EcoTest dell’ADAC, il club automobilistico tedesco. Sul banco di prova la Toyota si è misurata con la BMW 225xe, la Kia Optima, la Volvo XC90 T8 Twin Engine e la VW Passat Variant GTE.
 
pd. L’assenza dell’iniezione diretta ha valso alla Prius plug-in un’ottima valutazione per la scarsità di emissioni inquinanti. E non solo - la giapponese si è distinta anche per la parsimonia in termini di consumo di carburante ed energia. Meritatissimo, dunque, il massimo dei voti: cinque stelle. Gli altri veicoli testati nell’ultimo confronto EcoTest seguono invece a metà e fine classifica.

La valutazione della VW Passat GTE è a tinte chiaro-scure. A batteria completamente carica e in modalità esclusivamente elettrica, nulla da obiettare: il modello è ecologico. Con il motore benzina acceso, però, la performance complessiva basta appena a far conquistare tre stelle nel test delle auto a basso impatto ambientale. Tre stelle anche alla Kia Optima, le cui emissioni inquinanti sono relativamente elevate.

Valori simili anche per la BMW 225xe, che, a differenza della Kia, consuma però ancora più benzina ed energia. Bilancio: due stelle. L’autonomia elettrica ridotta e le dimensioni contenute del serbatoio costringono inoltre a ricariche e rifornimenti frequenti.
 
La grande pecca della Volvo testata è il peso spropositato, che si ripercuote su consumi ed emissioni inquinanti, entrambi relativamente elevati. Nella classifica delle auto ecologiche dell’ADAC, la Volvo riesce quindi ad aggiudicarsi una sola stella.

 
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie