Il Consiglio nazionale è dalla parte dei garagisti

Il Consiglio nazionale proroga a 14 giorni il termine per il rinvio di merci e inserisce nella legge un vero e proprio «articolo salva-garagisti» nonostante la resistenza della Consigliera federale Simonetta Sommaruga.

Chi ordina merci tramite Internet, telefono o vendita a domicilio può ora rinviare quanto acquistato entro 14 giorni anziché 7 - il tutto senza dover corrispondere alcun risarcimento al venditore. Dopo il Consiglio degli Stati anche quello nazionale ha approvato questa modifica di legge.  

La restituzione dopo 14 giorni di un'auto appena presa in leasing senza obbligo di risarcimento avrebbe potuto comportare seri problemi ai garagisti; in questo lasso di tempo il veicolo può essere infatti sfruttato intensivamente e quindi perdere notevolmente di valore. O per citare Karl Vogler (PCS/OW): «Il cliente può andare in vacanza con il veicolo preso in leasing e viaggiare per mezza Europa. Il prodotto perde drasticamente di valore e il concessionario non ha più alcuna possibilità di vendere l'auto al prezzo originario.»

Al contrario del Consiglio degli Stati, quello nazionale ha così inserito nella legge una regola speciale per i contratti di leasing, una vera e propria «clausola di tutela» per i garagisti. La Consigliera federale Simonetta Sommaruga l'ha addirittura definita un «articolo salva-garagisti». A nulla è valsa la sua opposizione a questa eccezione. Il Consiglio nazionale ha approvato, su istanza della sua commissione, la modifica con 118 voti contro 73.

Con questa modifica, il caso torno al Consiglio degli Stati. (Immagine: SRF)
 
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie