Infortunistica: piccolo transporter, grande pericolo

Stando ad AXA Winterthur, i piccoli transporter provocano il 50% di incidenti in più rispetto alle auto. Bettina Zahnd, responsabile Infortunistica e Prevenzione della società assicurativa, formula richieste chiare nei confronti di Newsdesk UPSA.

In Svizzera circolano circa 330 000 furgoni, tendenza in aumento. I veicoli da 3,5 t sono onnipresenti sulle strade. Sono quasi veloci come un'auto ma sono più pesanti, con una visuale più limitata e più pericolosi. Rispetto alle auto i piccoli transporter causano quasi il 50% di incidenti in più. Sono le cifre di AXA Winterthur ad evidenziarlo.

Bettina Zahnd, responsabile della divisione Infortunistica e Prevenzione di AXA Winterthur, ritiene inquietante il fatto che mentre gli incidenti con auto e autocarri negli ultimi anni sono diminuiti, quelli con i furgoni sono aumentati dal 2011.

Due sono le fonti di particolare pericolo: „Per i guidatori occasionali le dimensioni dei veicoli sono insolite e i grandi volumi dei furgoni "istigano" quasi a sovraccaricarli. Chi guida i furgoni per lavoro, in genere, ha fretta. La causa principale degli incidenti è la disattenzione ma anche la stanchezza e i carichi non assicurati possono portare a sinistri.“

Giro di prova prima del noleggio
Per questo, AXA Winterthur formula richieste precise: i noleggianti devono essere obbligati a istruire i noleggiatori e a informarli delle particolarità del veicolo noleggiato, sottolineando in particolare le dimensioni del mezzo e anche il rischio che, dati i grandi volumi, il veicolo venga sovraccaricato. Bettina Zahnd: „Un breve giro di prova è indispensabile e non serve neanche un accompagnatore; se il guidatore fa un giro in una zona delimitata, frena e si familiarizza con il veicolo, si sposterà con maggiore sicurezza sulla strada.“

Perfezionamento obbligatorio per gli autisti di professione
Secondo AXA, anche gli autisti esperti di veicoli commerciali causano un numero di incidenti superiore alla media. I furgoni sono particolarmente apprezzati dalle aziende. Negli ultimi anni il numero di piccoli transporter immatricolati in Svizzera è aumentato fortemente, persino del 30% dal 2005. I furgoni devono la loro popolarità anche al fatto che non sono soggetti alla TTPCP né a divieti di transito di notte, di domenica o nei festivi, che sulle autostrade il limite di velocità è di 120 km/h e che i piccoli transporter possono essere guidati da chi ha una semplice patente per auto. Eppure non sono previste norme che impongano il perfezionamento periodico agli autisti. „Chiediamo quindi che venga introdotto l'obbligo di perfezionamento per i conducenti di piccoli transporter commerciali. Nei corsi, da seguirsi periodicamente, gli autisti di professione devono essere sensibilizzati a questi argomenti», dichiara Bettina Zahnd.


 
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie