«Iniziativa della vacca da mungere»: deciderà il popolo

Dopo la votazione finale nel Consiglio nazionale e in quello degli Stati una cosa è chiara per i promotori: in queste circostanze l'«iniziativa della vacca da mungere» non verrà ritirata.

Con la decisione di non trattare congiuntamente l'iniziativa e il Fondo per le strade nazionali e il traffico d'agglomerato (FOSTRA) il Parlamento si è lasciato sfuggire una grande opportunità. A maggior ragione è importante che ora le cittadine e i cittadini possano esprimersi in merito agli incomprensibili finanziamenti incrociati del settore dei trasporti. Con l'«iniziativa della vacca da mungere» può essere finalmente creata una solida base per il finanziamento di progetto urgenti.

La decisione del comitato dell'iniziativa è chiara: in queste circostanze l'«iniziativa della vacca da mungere» non verrà ritirata. Visto il dibattito deludente condotto nei Consigli federali, le associazioni e le organizzazioni rappresentate dal comitato dell'iniziativa ritengono necessario ora più che mai che gli utenti delle strade possano finalmente esprimersi in merito al finanziamento dei trasporti in una votazione popolare. Purtroppo la discussione sia nel Consiglio degli Stati sia in quello nazionale ha mostrato per l'ennesima volta che il Parlamento non prende sul serio le richieste degli utenti delle strade.

Il Parlamento non ha sfruttato l'opportunità di mettere ordine ai finanziamenti del settore dei trasporti. Con la decisione di entrambe le camere di non trattare l'iniziativa insieme al nuovo FOSTRA, l'organo si è fatto sfuggire una grande chance. Il popolo dovrà quindi esprimersi sul finanziamento dell'infrastruttura stradale per la seconda volta in pochissimo tempo. Tuttavia, ciò dimostra di nuovo quanto sia alta la posta in gioco per gli utenti delle strade. Quanto sia importante l'«iniziativa della vacca da mungere» trova conferma anche nelle recenti decisioni della Commissione dei trasporti del Consiglio degli Stati, che peraltro ha già riproposto di aumentare il prezzo della vignetta autostradale.

L'«iniziativa della vacca da mungere» chiede di destinare all'infrastruttura stradale i proventi generati da imposte e tributi degli utenti delle strade. Essa intende inoltre ampliare il diritto di co-decisione degli utenti delle strade sottoponendo in ogni caso l'aumento delle imposte per le strade al referendum facoltativo. L'accettazione dell'«iniziativa della vacca da mungere» creerebbe basi solide per il finanziamento di progetti urgenti come, ad esempio, l'agognata realizzazione del Decreto ampliato concernente la rete.
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie