Oltre 20000 ore in coda

Puntualmente con le solite code pasquali, l'Ufficio federale delle strade (USTRA) ha reso note le cifre relative al traffico sulle strade svizzere. Nel 2014 sono stati percorsi in Svizzera 26,89 miliardi di chilometri, con oltre 20 000 ore trascorse in coda.

Le cifre principali per prime: rispetto allo scorso anno il numero delle ore trascorse in coda è aumentato del 4,6% a quota 21 509 ore. L'85% delle colonne si forma a causa del traffico intenso, mentre la percentuale restante è imputabile prevalentemente a incidenti (11%).
I costi connessi a questi record di ore in coda si stanno avvicinando lentamente, ma senza sosta, al tetto del miliardo. Nello scorso anno sono stati di 793 milioni di franchi, causati principalmente dalla perdita di ore di lavoro. La maggior parte delle code si è avuta ovviamente sulla A1 con 8500 ore: un record per le autostrade svizzere, pari a circa un'ora di coda al giorno. Il secondo posto della statistica delle code è occupato dalla A2 con 5500 ore.

Il portale news «Watson» ha analizzato più da vicino un luogo noto per questi disagi alla circolazione: il Gubrist, dove nel 2014 non si sono formate code solo per 20 giorni in un anno.

300 chilometri di coda
«Watson» mette le cifre delle code svizzere in relazione con situazioni che noi non possiamo neanche immaginarci. La coda più lunga mai misurata si è verificata a novembre 2013 a San Paolo del Brasile con 300 chilometri, corrispondente esattamente al tratto di strada tra Winterthur e Ginevra.

Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie