Sodalizio di tre partner forti

In occasione della tradizionale Giornata della tecnica, organizzata a Baden dalla FSVA (FEDERATION SUISSE DES VEHICULES ANCIENS), è stata presentata senza clamori una novità che non ha eguali in Europa: le due associazioni professionali, l'Unione professionale svizzera dell'automobile (UPSA) e l'Unione svizzera dei carrozzieri (USIC), assieme al coordinatore IgFS (Interessengemeinschaft Fahrzeugrestauratoren Schweiz - Comunità d'interesse per restauratori di veicoli Svizzera) comunicano che già quest'anno lanceranno il corso di formazione con moduli selezionati per restauratore di veicoli. Il finanziamento di partenza per i corsi è garantito dall'associazione di sostenitori IgFS, di cui fanno parte distinti e rinomati esponenti della scena svizzera delle auto d'epoca.

È tradizione che la commissione tecnica dell'FSVA inviti i propri membri alla Giornata della tecnica, che si tiene ogni anno il secondo sabato di gennaio. Da alcuni anni questa manifestazione si tiene presso la scuola professionale BBB (BerufsBildungBaden) nell'edificio degli anni Cinquanta BBB Martinsberg, premiato per la sua architettura. Molti partecipanti non si lasciano sfuggire l'occasione, offerta dal bel tempo, di parcheggiare le oldtimer proprio davanti a questo maestoso edificio.

Felix Aschwanden, presidente della commissione tecnica, aveva in mente molte cose per la giornata. Ha presentato e illustrato, ai circa 140 esperti convenuti dalla scena svizzera delle auto d'epoca, il FIVA Technical Code 2015 rielaborato. L'attuale documentazione di valutazione è stata accompagnata da istruzioni; è stata spiegata l'amministrazione con i documenti allegati e sono stati stabiliti i successivi passaggi nell'introduzione del nuovo FIVA Technical Code 2015.

Innanzitutto però il vicepresidente della FSVA, René Berset, ha rivolto un saluto ai partecipanti. Nel suo messaggio di benvenuto ha preannunciato l'avvento di un'unica grande associazione mantello di auto d'epoca in Svizzera. A questo clou ne è seguito immediatamente un secondo: «Abbiamo fatto un importante passo avanti verso una formazione professionale sulle auto d'epoca. La IgFS, fondata pochi anni fa su iniziativa e con il sostegno finanziario della FSVA, è riuscita nel suo intento di concludere un accordo sottoscritto dalle due associazioni professionali, l'Unione professionale svizzera dell'automobile (UPSA) e l'Unione svizzera dei carrozzieri (USIC) con l'IgFS, e l'associazione di sostenitori IgFS.

Christian Ackermann, presidente dell'IgFS, ha sottolineato che un'analisi di mercato ha dimostrato chiaramente che c'è un grande fabbisogno di manodopera specializzata e che è necessaria un'attuazione nel breve periodo.

Rudolf Siegrist, responsabile per la formazione professionale presso l'IgFS e rettore della BBB, ha fatto gli onori di casa lodando i lavori preparatori per la professione di restauratore di veicoli svolti dalle associazioni partecipanti ed ha illustrato la sistematica.
Olivier Maeder, membro della direzione UPSA, definisce evento fortunato il fatto che questi tre partner forti si siano incontrati. Secondo Maeder, ciascuno dispone di un ampio know-how e di una profonda esperienza, che possono tornare molto utili. L'impegno per un ambito professionale ordinato è estremamente importante.

Diana Schlup (USIC) aggiunge che è importante l'immagine comune del gruppo di lavoro della comunità d'interesse per restauratori di veicoli e che si comincerà con tre moduli di corso per l'inizio dell'estate di quest'anno. Tuttavia, è qui che inizia il lavoro vero e proprio: le esperienze devono confluire in altri moduli, i contenuti devono essere rilevati elettronicamente, è necessario rendere operativa la segreteria della comunità d'interesse per restauratori di veicoli e occorre portare avanti l'accreditamento presso la Confederazione, ossia presso la SEFRI.

Christian Ackermann completa il variopinto corollario di informazioni come segue: «Il bagaglio culturale delle auto d'epoca comprende anche la manutenzione, il mantenimento e il restauro. È dunque una fortuna poter offrire in futuro prestigiosi corsi di formazione in Svizzera grazie alla comunità d'interesse per restauratori di veicoli. È il segreto per la felicità del conducente di oldtimer: guidare auto d'epoca su strade moderne. Grazie di cuore per l'instancabile buona volontà rispetto al nostro lavoro!»

Queste importanti informazioni per la scena delle auto d'epoca sono state precedute da intense discussioni tra i partecipanti (UPSA, USIC, IgFS e associazione di sostenitori IgFS). La collaborazione è stata sancita da un accordo firmato da tutti (dichiarazione di strategia del comitato direttivo della comunità d'interesse per restauratori di veicoli), stabilendo anche la sistematica della formazione continua e la struttura dell'attuazione. I gruppi di feedback delle associazioni hanno definito i contenuti dei moduli. Nel primo trimestre 2015 saranno organizzati eventi informativi comuni. I primi corsi sono attesi per l'inizio dell'estate e saranno diretti dalle associazioni UPSA, USIC e IgFS, a seconda del settore specialistico.

Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie