Studio: chi è il tipico acquirente di auto elettriche?


 

Il tipico utilizzatore di auto elettriche è uomo, ha un reddito elevato e 51 anni e abita o in una piccola città o in campagna. Questo è il risultato cui è giunta un'indagine condotta tra oltre 3000 acquirenti di veicoli elettrici. Lo studio è stato sì condotto in Germania ma le sue conclusioni possono tornare utili anche ai garagisti svizzeri.

La maggior parte dei fabbricanti d'auto, come Audi, BWM, Renault, Nissan e Mercedes, vanta nella sua gamma anche un modello con propulsione elettrica - tendenza in aumento. Per i concessionari svizzeri si pone dunque sempre più spesso la domanda se sia opportuno esporre tali auto negli show room (quando non vengono costretti a farlo) e quale posizione debbano occuparvi. Secondo lo studio condotto dall'Institut für Verkehrsforschung presso il Deutsches Zentrum für Luft- und Raumfahrt (DLR), i concessionari che operano nelle piccole città e nei comuni rurali farebbero bene a non pensarci su troppo a lungo.

Utilizzatori non sempre metropolitani
Ha partecipato all'indagine del DLR un totale di 3311 possessori di veicoli a batteria o plug-in. I risultati: in ambito privato, le auto elettriche vengono utilizzate perlopiù da uomini con un buon livello d'istruzione e un reddito elevato. L'età media, intorno ai 51 anni, è più avanzata rispetto a quella degli acquirenti di auto nuove convenzionali. La maggioranza degli utilizzatori vive in piccole città o in campagna mentre solo un quinto (22%) degli intervistati abita in grandi centri urbani con più di 100'000 abitanti. Oltre la metà di essi vive addirittura in piccoli centri e comuni rurali con meno di 20'000 abitanti.

I perché della scelta
Tra i motivi che portano ad acquistare i veicoli elettrici prevalgono l'interesse verso le tecnologie innovative insite in essi e la riduzione dell'impatto ambientale. Inducono all'acquisto anche l'esiguità dei costi energetici per km e il piacere di guidare auto elettriche.

Rispetto alle auto nuove convenzionali, il chilometraggio annuo dei veicoli elettrici è però ridotto. Chi utilizza in ambito privato auto a batteria elettrica percorre infatti ogni anno 10'300 km con il proprio veicolo nuovo; per le ibride plug-in i km sono invece 13'600. Il fatto che il chilometraggio sia inferiore a quello delle auto convenzionali (15'400 km) si spiega con l'autonomia limitata dei veicoli elettrici sulle lunghe distanze. Oltre la metà degli utilizzatori privati ha infatti dichiarato che, data questa limitazione, non usa l'auto elettrica per fare gite il fine settimana o andare in vacanza. Quasi tre intervistati su quattro (72%) utilizzano una macchina «normale» per viaggi brevi e lunghe distanze.


Una grande soddisfazione
Gli utilizzatori intervistati si sono detti molto soddisfatti dei loro veicoli nuovi. L'84% dei possessori privati consiglierebbe di comprare un veicolo elettrico. Gli intervistati (i cosiddetti «Early Adopter») rappresentano dunque una solida base da cui far partire l'ulteriore diffusione dei veicoli elettrici.

Anche Swiss eMobility sostiene la diffusione dei veicoli elettrici. Fino al 21 giugno 2015 tutte le organizzazioni pubbliche e private in Svizzera sono infatti chiamate a rendere visibili e tangibili a tutti le loro offerte connesse all'elettromobilità. Swiss eMobility coordina questa molteplicità di attività con il sostegno di SvizzeraEnergia. Il momento clou dell'azione è la «Giornata dell'elettromobilità», che si svolge oggi, martedì 16 giugno 2015, a Berna.
 

Ulteriori informazioni sull'evento: www.swiss-emobility.ch
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie