Visita dal Kosovo: L'UPSA sostiene lo sviluppo della formazione professionale

12 maggio 2017 agvs-upsa.ch - Su iniziativa del presidente della camera di commercio svizzero-kosovara, Stefan Sarkany, e del presidente della sezione UPSA di Vaud, Nicolas Leuba, il viceministro dei trasporti del Kosovo, Fehmi Mujota, ha visitato con una delegazione il centro di formazione di Yverdon-les-Bains e quello della Mobilcity a Berna.


La delegazione davanti del centro di formazione di Yverdon-les-Bains (d. sx.): Imri Limani, Selim Ademaj, Philippe Monnard, Ramadan Avdiu, Nicolas Leuba, Fehmi Mujota, Stefan Sarkany e Rexhep Bajraktari.

ak. L'obiettivo della visita era lo scambio di informazioni sulle best practice nel settore dei trasporti e la sensibilizzazione delle autorità kosovare alla formazione professionale nel settore dell'automobile. La formazione professionale duale, ossia l'abbinamento di scuola e lavoro pratico, è impartita in Svizzera come in un compagnonaggio di maestri di tirocinio. L'efficacia di tale sistema è ampiamente comprovata nel settore.
 
L'idea è di consentire ai giovani kosovari di beneficiare di un simile sistema di formazione professionale in Kosovo, mediante investimenti nei centri di formazione per il settore dell'automobile. Ciò renderebbe il giovane paese indipendente dal punto di vista della formazione professionale e della conoscenza in questo settore



Nell'ambito della sua visita alla Mobilcity – il centro di competenza per l'auto e il trasporto – la delegazione kosovara ha inoltre avuto modo di gettare uno sguardo all'attività dell'UPSA e dei suoi partner nel settore della formazione professionale e continua. Gli altri punti salienti della visita sono stati una capatina da Heiko Zumbrunn (campione svizzero nel settore carrozzeria), immerso nei preparativi per il concorso World Skills 2017 ad Abu Dhabi, e la spiegazione in albanese del funzionamento di un freno pneumatico da parte di un apprendista meccatronico di automobili per veicoli commerciali.
 
La delegazione ha dunque beneficiato di un nutrito programma, comprendente anche i lavori dei periti d'esame. Werner Bieli, presidente della commissione di garanzia qualità per meccanico diagnostico d'automobile, ha illustrato con passione alla delegazione i diversi ambiti di competenza dei periti. Le barriere linguistiche sono state completamente abbattute grazie alla competente interpretazione simultanea in albanese di Arjeta Berisha, collaboratrice dell'UPSA. La visita è stata completata con un buon pranzo presso il ristorante della Mobilcity.

In futuro la sezione UPSA di Vaud è disposta a sostenere le autorità kosovare per la realizzazione di centri simili in Kosovo. Ne beneficerebbero anche gli assicuratori svizzeri: in caso di guasto in Kosovo potrebbero contare su professionisti qualificati per la riparazione degli autoveicoli immatricolati in Svizzera.


La delegazione davanti il Mobilcity a Berna.
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie