«È nell’interesse dei garagisti che l’ESA si evolva all’insegna dell’innovazione»

27 settembre 2016 agvs-upsa.ch – Il 1° gennaio 2017 Charles Blättler, attuale CEO dell’ESA, passerà il testimone a Giorgio Feitknecht. Abbiamo intervistato il nuovo CEO.

Signor Feitknecht, cosa cambierà all’ESA sotto la sua egida?
Giorgio Feitknecht: Guiderò l’ESA verso il futuro ispirandomi al motto «Continuità nel cambiamento». Ciò significa che anch’io, come Charles Blättler prima di me, mi impegnerò a porre le esigenze dei nostri comproprietari e clienti al centro del nostro pensare e agire. E poiché le loro aspettative ed esigenze mutano costantemente e si adattano ai cambiamenti del mercato, il nostro forte orientamento al cliente è anche il «motore» della nostra evoluzione.
 
Quali sono le sfide più ardue che lei dovrà raccogliere nel 2017?
Come stabilito dalla nostra mission, dobbiamo compiere ogni sforzo perché il successo dei nostri comproprietari e clienti sia garantito anche in futuro ed essi siano soddisfatti della loro ESA.  Visti gli importanti sviluppi che segnano il ramo e la digitalizzazione sempre più pervasiva, sarà una sfida molto ardua raggiungere questo obiettivo.
 
Secondo lei, quali campi riservano le migliori opportunità per l’ESA nei prossimi anni?
Il ramo automobilistico svizzero, le piccole, medie e grandi imprese hanno un bisogno grande e costante di prodotti e servizi necessari alle loro attività quotidiane.  Potendo reperire tutto ciò da noi, esse possono trovare nell’ESA il loro fornitore principale o, nel caso delle rappresentanze di determinate marche, il fornitore complementare al loro partner di fiducia. La grande opportunità per l’ESA risiede nella crescente consapevolezza dei garagisti che l’ESA appartenga a tutti loro e che il suo unico scopo sia quello di sostenere il ramo automobilistico. E ovviamente è nell’interesse di tutti i garagisti che l’ESA continui ad evolversi all’insegna dell’innovazione.
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie