Apertura del Salone dell’automobile: Il Consigliere federale Johann Schneider-Ammann ospite dell’UPSA

10 marzo 2017 upsa-agvs.ch - Dopo due giornate dedicate alla stampa, l’87° Salone dell’automobile ha aperto i battenti al pubblico alle 10 di giovedì scorso. Tra gli ospiti dell’evento anche il Consigliere federale Johann Schneider-Ammann (JSA), che ha onorato lo stand UPSA di una lunga visita.


Il Consigliere federale Johann Schneider-Ammann con il presidente centrale dell'UPSA Urs Wernli (2. d. d.), Leiv Andresen (d. Team ETH Zürich) e Joël Ingold (g. Team Berner Fachhochschule) sullo stand UPSA.

sco. In quanto Ministro dell’istruzione Schneider-Ammann non poteva non interessarsi per le due auto da corsa elettriche della Formula Student, esposte allo stand UPSA e tanto ammirate dai visitatori. Dopo aver presentato al Consigliere federale i team dell’ETH di Zurigo e della FH di Berna, il Presidente centrale Urs Wernli ha discusso vivacemente con il prestigioso ospite dell’evoluzione del garagista, sempre più fornitore di servizi di mobilità che venditore e riparatore.
Durante la parte ufficiale della sua visita, Schneider-Amman si è professato appassionato di auto. E il ricordo è subito volato alla sua prima auto: „Era una serie 3 di un fabbricante tedesco. Non pronuncio le tre lettere per non far arrabbiare la concorrenza”, ha aggiunto strizzando l’occhio ai presenti. Inaugurare il Salone è stata una „grande gioia“ per il Consigliere federale, che afferma apertamente: „Adoro le auto“.

Schneider-Ammann non ha però dimenticato le sfide che sta affrontando il ramo, alle prese con l’elettromobilità, il car-sharing e la minaccia del protezionismo. Ciononostante il Consigliere federale ed ex imprenditore confida nella capacità di reazione dell’industria dell’auto: „Il ramo deve difendersi dai nuovi concorrenti. E per farlo deve unire il meglio dei due mondi, ossia quello analogico e quello digitale.“ In questo contesto il Ministro dell’istruzione ha lodato il sistema di formazione duale svizzero per la sua flessibilità e permeabilità.

Un po’ di tempo fa François Longchamp, Presidente del Consiglio di stato ginevrino, aveva irriso Schneider-Ammann rifacendosi alle parole che quest’ultimo aveva pronunciato in occasione della Giornata del malato 2016, ovvero „Rire c’est bon pour la santé“. Il video del discorso era diventato addirittura virale. JSA ha risposto con un aneddoto verificatosi alcuni giorni dopo alla Casa Bianca. L’allora Presidente Barack Obama aveva infatti accolto il Consigliere federale con uno scherzoso „I know you“.
Nel suo discorso, JSA si è infine rivolto anche all’attuale Presidente Donald Trump, senza però nominarlo esplicitamente, mettendo in guardia dalla deriva protezionista. „Per la Svizzera questa strada non è battibile. Noi costruiamo gallerie che uniscono. E consigliamo agli altri di non costruire né barriere né muri.“

Il discorso dai toni spiritosi di JSA si è quindi concluso, con gran divertimento di tutti, al motto: „Viva la Suisse! Switzerland First!“
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie