Sistema anti-martore Stop&Go: Come allontanare le martore e avere clienti soddisfatti

28 marzo 2017 agvs-upsa.ch/it - I danni causati dalle martore sono insidiosi. Non adottare le giuste misure sin dall'inizio può comportare danni continui. Questo disorienta gli automobilisti e mette in cattiva luce i garagisti. Grazie a Stop&Go, i meccanici allontanano le martore e tranquillizzano i clienti.

mbo. La martora - ma anche la faina («Martes foina») - è un piccolo mammifero che, singolarmente, non costituisce un grosso problema. Non è cattiva. Semplicemente ama crogiolarsi nel vano motore ancora caldo e marca il territorio con le proprie deiezioni. Supponiamo che un'auto si trovi nel parcheggio aziendale e sia stata «marcata» da uno di questi piccoli mammiferi. Il proprietario si dirige verso casa, territorio di un'altra martora. Questa avverte un odore estraneo e, non amando le invasioni di campo, entra in competizione. La concorrenza la rende particolarmente mordace. Così, inizia a rosicchiare e a masticare tutto ciò che ha l'odore della sua rivale. Se sono stati marcati tubi e cavi elettrici, i danni sono inevitabili. Le accensioni irregolari possono distruggere il catalizzatore e i tubi di raffreddamento non stagni possono danneggiare il motore.

Un circolo vizioso
Prima o poi il proprietario si accorge che qualcosa non va. Porta l'auto in officina. Il danno viene riparato. Ma, poiché nel vano motore c'è ancora l'odore della martora, il gioco ricomincia da capo. Dopo un paio di giorni o settimane, il motore è di nuovo danneggiato. Il cliente riporta l'auto al garage. Questo lo fa arrabbiare perché inizia a dubitare della serietà dell'officina.

Informazioni oggettive
Tutto ciò non deve accadere. Così, il bravo meccanico smaschera il colpevole. Chiari indizi sono per esempio la presenza di deiezioni o peli nel vano motore oppure materiali isolanti rosicchiati. Tuttavia, il consiglio di montare un sistema anti-martore viene inizialmente ignorato da molti automobilisti. Un opuscolo per i clienti, contenente informazioni oggettive, potrebbe senz'altro esser d'aiuto (download su marderabwehr.de). Al più tardi dopo il secondo danno, anche il proprietario più critico si convincerà.

Qual è la soluzione?
La martora deve stare lontana dall'auto. I rimedi casalinghi, come piccoli sacchetti con peli di cane e gatto, funzionano soltanto per breve tempo. Anche le paste maleodoranti, le tavolette per wc e le palline antitarme non sono molto efficaci nel lungo termine. Il miglior metodo comprovato è una sorta di dispositivo di recinzione come quello offerto dallo specialista Stop&Go.

Un lavoro di 30-45 minuti
Il modello top è l'8 Plus-Minus per un costo di circa 250 franchi. Stefan Schälchli del Garage Village a Basadingen ha esperienza con i prodotti Stop&Go e ne spiega l'installazione.

 
  • Innanzitutto occorre lavare il motore. Infatti, poiché tutti i danni sono causati dall'odore di una rivale, è obbligatorio effettuare una pulizia approfondita. Se non è possibile lavare il motore, si può usare uno spray anti-martore.
  • Successivamente il dispositivo di controllo può essere installato nel vano motore. Questo emette degli ultrasuoni, per cui gli altoparlanti non devono essere coperti. Due batterie (a bottone) sono protette da un coperchio e, dopo 18 mesi, devono essere sostituite.
  • In seguito si possono installare le piastre di contatto. Ogni piastra ha due poli, uno positivo e l'altro negativo. Il vantaggio è che la martora non deve toccare la massa per ricevere un impulso. Importante: distribuire le piastre nella terza parte superiore del vano motore. Non installarle vicino a parti calde o in movimento.
  • Infine, applicare gli adesivi. Questi avvertono in merito alla presenza di alta tensione. Non vi preoccupate: il tocco causa un piccolo dolore ma non è pericoloso.
  • L'intera installazione dura dai 30 ai 45 minuti.



Weitere Infos: www.stop-go.de
 
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie