Brillante inizio d’anno nuovo per il mercato dell’auto

5 febbraio 2019 upsa-agvs.ch – Il mercato delle auto nuove in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein ha iniziato il 2019 alla grande. Con 20 931 nuove immatricolazioni, è stato il secondo miglior gennaio degli ultimi sei anni.

pd. Sebbene il livello record dell’anno scorso non sia stato raggiunto per soli 3,4 punti percentuali, è necessario tornare al 2013 per trovare un inizio d’anno così positivo per il mercato locale dell’auto. In gennaio le motorizzazioni alternative hanno rappresentato l’8,2% del mercato, mentre i veicoli elettrici hanno quasi raddoppiato la loro quota di mercato rispetto all’anno precedente.
 
L’elettrico sulla corsia di sorpasso
Il mese scorso sono state immatricolate esattamente 434 autovetture puramente elettriche, con un aumento del 77,1% rispetto a gennaio 2018. La quota di mercato ha raggiunto quindi il 2,1% rispetto all’1,1% di un anno fa. L’ottimo inizio d’anno per le motorizzazioni alternative è completato dalle ibride con motore a combustione e motore elettrico, che costituiscono il 6,1% delle nuove immatricolazioni, rispetto al 4,3% dell’anno scorso. Le altre soluzioni alternative scelte sono rappresentate dai modelli alimentati a gas naturale/biogas (CNG).
 
«Siamo molto soddisfatti di questo inizio d’anno», commenta Christoph Wolnik, portavoce di auto-suisse. «Da un lato le cifre di gennaio sono un buon segnale e dall’altro l’andamento degli ordini infonde ai nostri soci fiducia per il resto dell’anno. Vogliamo sicuramente superare anche quest’anno la quota di 300 000 immatricolazioni».

Nel 2019 ci sarà anche un notevole aumento di veicoli elettrici ricaricabili, sia ibridi plug-in sia elettrici puri. Secondo l’obiettivo «10/20» fissato da auto-suisse, l’anno prossimo gli ibridi plug-in dovranno costituire il 10% del mercato delle nuove auto per riuscire a rispettare i più severi requisiti di CO2 che entreranno in vigore nel 2020. «Nel corso dell’anno, arriveranno ai concessionari molte entusiasmanti novità di varie marche», aggiunge Wolnik. «E, naturalmente, il Salone dell’auto di Ginevra di marzo offrirà ancora una volta un’affascinante panoramica sugli sviluppi del dinamico settore dell’auto».
 
«Siamo molto soddisfatti di questo inizio d’anno», commenta Christoph Wolnik, portavoce di auto-suisse. «Da un lato le cifre di gennaio sono un buon segnale e dall’altro l’andamento degli ordini infonde ai nostri soci fiducia per il resto dell’anno. Vogliamo sicuramente superare anche quest’anno la quota di 300 000 immatricolazioni».

Nel 2019 ci sarà anche un notevole aumento di veicoli elettrici ricaricabili, sia ibridi plug-in sia elettrici puri. Secondo l’obiettivo «10/20» fissato da auto-suisse, l’anno prossimo gli ibridi plug-in dovranno costituire il 10% del mercato delle nuove auto per riuscire a rispettare i più severi requisiti di CO2 che entreranno in vigore nel 2020. «Nel corso dell’anno, arriveranno ai concessionari molte entusiasmanti novità di varie marche», aggiunge Wolnik. «E, naturalmente, il Salone dell’auto di Ginevra di marzo offrirà ancora una volta un’affascinante panoramica sugli sviluppi del dinamico settore dell’auto».
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie