Colori auto: bianco ancora in auge

9 gennaio 2019 upsa-agvs.ch - Bianco, grigio, nero – ecco i colori preferiti dagli europei per le nuove auto nel 2018. Il grigio si piazza, con il 20% circa, per la prima volta davanti al nero (18%).

abi. BASF presenta il color report 2018, nel quale analizza i colori preferiti per le nuove auto in Europa e nel mondo. Niente di nuovo: il bianco rimane, con il 31%, il colore preferito sulle strade del vecchio continente. Il dato è stato comunicato ad inizio gennaio dal gruppo chimico stesso, che fornisce le vernici a quasi tutti le grandi case automobilistiche. In America del Nord più di un veicolo su quattro è bianco. Nella regione Asia Pacifico lo è addirittura più della metà.

Il grigio ha invece mantenuto il suo trend positivo e si è piazzato per la prima volta al secondo posto tra i colori preferiti in Europa, davanti al nero. Il suo vantaggio sta nella molteplicità di tonalità cromatiche disponibili. L’anno scorso se ne sono contate più di 110, dal grigio chiaro fino all'antracite metallizzato. Questi cosiddetti non colori sono, insieme all’argento, quelli più gettonati per le automobili.

Il blu sorpassa l’argento
L’argento, tuttora in calo (10%), è stato sorpassato per la prima volta dal blu, che ha incrementato la sua quota all’11%. Questo ha permesso a un colore cromatico di piazzarsi, dopo tanto tempo, nella top four dei colori auto più diffusi. La sua popolarità è dimostrata dal fatto che quasi la metà delle auto verniciate con colori cromatici sono blu. Ciò è stato possibile grazie alle sue molteplici tonalità, che secondo BASF sono aumentate rispetto all’anno precedente. Il ventaglio di 140 sfumature circa è stato addirittura il più variegato. Al secondo posto dei colori cromatici troviamo il rosso, seguito dal marrone, dal verde e dall’arancione.

Le preferenze dipendono dal segmento
A seconda del modello di auto si riconoscono diverse preferenze cromatiche. Infatti, la maggior parte delle utilitarie è bianca (31%). Il grigio ha registrato un incremento anche in questo comparto (19%) mentre il nero, con il 15% circa, continua a segnare un trend negativo. Secondo BASF, in questo segmento la quota di auto nere è la più bassa in assoluto. Ciò riconferma il detto secondo cui più è piccola l’auto, più è colorata e brillante.

Nella fascia alta invece è esattamente il contrario. Qui il nero la fa ancora da padrone, tant'è che è addirittura riuscito ad aumentare la sua quota al 40% circa. Quasi il 90% delle nuove auto di questo segmento è stato declinato in nero, bianco, grigio o argento. I non colori sono i preferiti anche per le compatte e le vetture di classe media, con quasi l’80%.

Per i monovolumi (furgoni, pulmini e minivan), invece, è il bianco il colore che domina con il 58%. In nessun altro segmento, la quota è risultata così alta. Infine, per i SUV, la cui quota di mercato è aumentata al 30% circa, vengono scelti principalmente il bianco (26%), il grigio (21%) e il nero (20%). Le quote di grigio, blu, rosso e arancione sono aumentate, mentre quelle del marrone e del beige sono diminuite.

Personalizzazione mediante effetti
Colore ed effetti rendono l’auto unica. Insieme danno risalto alla carrozzeria e sono quindi un importante strumento di design. Secondo BASF, l’importanza degli effetti è in costante crescita sin dagli anni’80. Proprio per questo, l’anno scorso, due terzi delle auto sono stati rivestiti con vernici speciali, soprattutto quelle di grossa cilindrata. La varietà di effetti cambia a seconda del colore: quelli scuri, come il nero e il grigio, sono stati spesso abbinati ad effetti, mentre per i colori chiari sono state preferite le vernici monocolore. Difatti, su dieci auto bianche solo due presentavano una vernice ad effetti speciali.

 

Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie