Come Genesis rielabora il post-vendita

Saat Connect offre informazioni

Come Genesis rielabora il post-vendita

16 giugno 2022 agvs-upsa.ch – Networking in posizione privilegiata: la Swiss Association for Automotive Transformation ha fornito informazioni sul post-vendita del marchio premium coreano durante l’evento di networking nel flagship store di Genesis.

artikel_0.jpgDominik Steffen, responsabile del servizio clienti di Genesis Motor Switzerland AG. Fonte: AGVS Media

jas. La Swiss Association for Automotive Transformation – in breve Saat – è un’associazione che ha l’obiettivo di mettere in rete start-up del settore automobilistico, aziende e garage. Oltre agli eventi di networking e all’aiuto nello sviluppo aziendale, i membri di Saat beneficiano anche degli incarichi di ricerca e delle analisi di mercato realizzati in collaborazione con l’Università di scienze applicate di Zurigo. In occasione dell’evento Saat-Connect presso lo Studio Genesis nella Bahnhofstrasse di Zurigo, gli oltre 60 presenti hanno avuto una panoramica esclusiva delle attività post-vendita del marchio premium coreano Genesis.

Dominik Steffen, Head of Customer Service presso Genesis Motor Switzerland AG: «Il nostro vantaggio è sicuramente quello di aver potuto ricominciare da zero nel settore post-vendita.» In questo, si trattava di attenersi alle due linee guida fondamentali per Genesis: «We come to you» (Noi veniamo da te) e «It’s about time» (È una questione di tempo): semplificare la vita dei clienti finali e sottrarre loro meno tempo personale possibile. Ora, un anno dopo l’introduzione del marchio in Europa e dopo la riuscita presentazione delle serie anni ’70 e ’80, nonché dei primi modelli elettrici GV60 e G80, sono stati necessari i primi adattamenti al concetto post-vendita.

artikel_1.jpgFonte: AGVS Media

Steffen ha svelato nel flagship store di 1500 metri quadrati della Bahnhofstrasse di Zurigo: «Siamo interessati a non aspettare che il cliente venga da noi per un appuntamento di servizio, ma ad avvicinarlo in modo proattivo per poter poi rispettare l’appuntamento da lui richiesto.» Dominik Steffen ha inoltre indicato che il concetto di post-vendita è in fase di revisione. Oltre agli altri showroom di Ginevra e Basilea, a partire da novembre verrà creata anche una rete di partner di assistenza entro un raggio massimo di 25 chilometri dai clienti. «Collaboreremo con rappresentanti Hyundai selezionati, pagheremo i servizi e, se necessario, li addebiteremo al cliente finale,» afferma Dominik Steffen. E infine ha chiuso con un punto importante: il cliente è sempre in contatto con noi e mai direttamente con il garagista. I collaboratori del garage o i cosiddetti jockey che ritirano i veicoli dal cliente e glieli riportano, si presentano sempre come collaboratori di Genesis Motor Switzerland AG.»

Resta da vedere se il sistema funzionerà. Fino alla fine di maggio, il marchio coreano ha potuto immatricolare 106 veicoli in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein. E anche se Genesis ha già venduto 700 000 auto in 17 nazioni con la sua gamma di sei veicoli, ed è quindi molto redditizia a livello internazionale, ha ancora molta strada da percorrere in Svizzera.

artikel_2.jpgChristian Fehr, CEO e uno dei fondatori di C.Technology AG. Fonte: AGVS media
 
I vantaggi della digitalizzazione dei veicoli powersport
In seguito Christian Fehr, CEO e uno dei fondatori di C.Technology AG, ha offerto uno scorcio sulla strada, accidentata ma promettente, verso la digitalizzazione di quad, moto e barche. «In molti casi, qui il Bluetooth rappresenta ancora il massimo livello di connettività. Anche in questo caso i veicoli stanno diventando sempre più intelligenti e potrebbero fornire dati interessanti,» afferma Fehr. La sua azienda offre un’ampia gamma di servizi nel campo dell’analisi dell’utilizzo dei veicoli, del software-as-a-service e dei servizi cloud per veicoli collegati in rete. «La nostra azienda si muove nel triangolo tra produttore, partner di assistenza e cliente finale», sostiene Fehr. «Dotiamo i veicoli di schede SIM e di un adattatore all-can per poter ottenere i dati necessari e lavorare con essi.» Il risultato sono tra l’altro due app che forniscono dati in tempo reale sullo stato del veicolo, rendendo possibile, ad esempio, la manutenzione predittiva o indicazioni sull’uso dei veicoli. Con il cosiddetto «Clickrider» il motociclista può anche condividere i propri tour con tutti i suoi amici nel mondo dei social media.

 
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

1 + 0 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.

Commenti