«Creiamo una cornice tutt’altro che ordinaria»

7 gennaio 2020 agvs-upsa.ch – Da anni Quality1 è main sponsor della «Giornata dei garagisti svizzeri». auto-i-dat AG patrocina invece l’ormai tradizionale «Dîner des Garagistes». Abbiamo chiesto a Marc Kessler, CEO di Quality1, e a Wolfgang Schinagl, direttore di auto-i-dat, perché sono sponsor fedeli del principale e più significativo convegno del ramo dell’auto. 

kro. ​Signor Kessler, Quality1 è main sponsor della «Giornata dei garagisti svizzeri». Perché?
Marc Kessler, CEO di Quality1: Siamo partner di lunga data dell’UPSA e dei professionisti dell’auto. Il loro ramo è la nostra patria economica e gli siamo molto legati. Abbiamo cercato a lungo un modo di contribuire all’istituzione di un’opportunità di incontro e scambio al di fuori del contesto lavorativo.

20200106_kessler.jpgL’obiettivo è far vivere agli ospiti una giornata strepitosa. In cosa sta il fascino dell’evento per lei, o meglio per Quality1 in quanto main sponsor?
Sta nel far convergere un’occasione di scambio al di fuori del contesto lavorativo e la possibilità di trarre ispirazione da temi scelti con accortezza nonché da discussant e relatori selezionati. In quanto sponsor possiamo dare un contributo alla creazione di una cornice tutt’altro che ordinaria. È una parentesi che rende finalmente possibile un incontro con i nostri clienti al di fuori dei garage e che dà vita a ottimi colloqui.

E dove sta, secondo lei, il fascino per i garagisti?
Sta nella possibilità di lasciarsi alle spalle il business quotidiano per un giorno, di cambiare aria e di assimilare input per progredire a livello imprenditoriale. Un altro aspetto intrigante del convegno è che si parla con tutti. È un incontro tra pari che sanno di essere tutti sulla stessa barca.

La «Giornata dei garagisti svizzeri» cresce di anno in anno. Come se lo spiega?
La necessità di partecipare fisicamente agli eventi che offrono un valore aggiunto aumenta man mano che il mondo si fa più digitale. Ogni giorno molti di noi seguono diverse fonti di informazioni sul ramo e sul suo futuro. Alla «Giornata dei garagisti svizzeri», invece, si scopre tutto ciò che c’è da sapere in forma compendiata e nel giro di poche ore. 

Quali sono e quali sono stati i fattori di successo del convegno, secondo lei?
È l’offerta nel suo complesso a determinarne il successo. Credo che sia il programma in sé e per sé, sia l’atmosfera, che mi pare sia diventata meno formale. Gli ospiti si sentono a loro agio. In futuro l’interattività acquisterà un peso sempre maggiore, anche per via della prossima generazione.

Che cosa si augura in quanto main sponsor della Giornata?
Che più colleghi possibile si concedano il tempo di approfittare dell’evento.
 

 

Rimanete aggiornati e iscrivetevi alla newsletter AGVS!
Iscriviti ora

 



Signor Schinagl, auto-i-dat è main sponsor del «Dîner des Garagistes». Perché?
Wolfgang Schinagl, direttore di auto-i-dat: Perché vogliamo promuovere la convergenza e il networking tra gli operatori del ramo. Negli ultimi anni l’evento è diventato il principale convegno del settore. E anche quest’anno il programma è a dir poco elettrizzante. È facile trarre spunti dai temi e relatori scelti. Va detto, però, che gli argomenti non sono sempre «facili». In fin dei conti l’obiettivo non è intrattenere ma stimolare la riflessione. Le sfide che il ramo deve affrontare sono ardue. Eppure, al Dîner vedo solo persone soddisfatte intorno a me. 

20200106_schinagl.jpgL’obiettivo è garantire una grandiosa giornata agli ospiti. In cosa sta il fascino del Dîner per lei, o meglio per auto-i-dat in quanto main sponsor? 
Si sa che il pubblico va preso per la gola. E per farlo non c’è niente di meglio che sponsorizzare un «dîner». È il finale di un grande evento e fa sì che si chiuda in un’atmosfera festosa. Per noi è un onore e un piacere sponsorizzarlo. Il fascino della «Giornata dei garagisti svizzeri» sta anche nel fatto che ci consente di invitare ospiti che rappresentano uno spaccato del ramo. È un segno di stile e la ciliegina sulla torta.

E dove sta, secondo lei, il fascino per i garagisti?
Per loro è un’occasione rara per trascorrere una giornata emozionante con tanti colleghi del ramo in un’atmosfera davvero gradevole. E poi il «Dîner» è anche espressione della stima che l’UPSA nutre per i suoi membri e partner.

La «Giornata dei garagisti svizzeri» cresce di anno in anno. Come se lo spiega?
La chiave di questo successo è ed è stata la scelta sempre oculata del programma e dei relatori. Al tutto si aggiungono la professionalità a livello organizzativo e una location grandiosa come il Kursaal. L’evento è così riuscito che è difficile migliorarlo. E il fatto è ormai risaputo. 

Quali sono e quali sono stati i fattori di successo del convegno, secondo lei?
Sono sempre gli stessi, ovvero temi e contenuti che interessano il ramo, affiancati da relatori e discussant che forniscono informazioni non scontate e stimolano la riflessione.

Che cosa si augura in quanto main sponsor della serata?
Mi auguro che tutti intavolino colloqui spontanei e produttivi e che vivano una serata in cui si coltivi lo spirito positivo del ramo.
 
Copertura in tempo reale su UPSA Online​
È record di iscrizioni alla «Giornata dei garagisti svizzeri». L’evento in programma al Kursaal di Berna ha segnato un numero di registrazioni che non ha precedenti. Chi non potrà parteciparvi di persona il 14 gennaio 2020, potrà seguire dal vivo il principale convegno del ramo svizzero dell’auto su upsa-agvs.ch. Il team redazionale dei Media UPSA seguirà l’evento sul posto e riferirà interventi e discussioni in tempo reale. 

Il programma e la copertura mediatica del 14 gennaio 2020 sono disponibili alla landing page del convegno. Sempre lì gli indecisi potranno iscriversi all’ultimo minuto.
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.

Commenti