L’anno auto 2019 chiude in rialzo del 3,9 percento

6 gennaio 2020 upsa-agvs.ch – Per il mercato dell’auto di Svizzera e Liechtenstein il 2019 si è concluso con un bilancio più positivo del previsto. Lo scorso anno sono state messe complessivamente in circolazione nei due Paesi 311’466 autovetture nuove, con un aumento del 3,9 percento rispetto all’anno precedente.

pd. A fine anno, dicembre ha chiuso in bellezza con 34’825 nuove immatricolazioni, segnando un più 26,5 percento. Nel 2019, per la prima volta, più di un’auto nuova su dieci in un anno solare, per la precisione il 13,1 percento, aveva una motorizzazione alternativa, con modelli elettrici, ibridi, a gas e a idrogeno. Viste le norme da quest’anno molto più severe in fatto di emissioni di CO2, auto-suisse prevede un ulteriore aumento delle propulsioni alternative sul mercato.

Per l’ottava volta in nove anni, il mercato delle autovetture nuove ha superato le 300’000 nuove immatricolazioni. Nel 2018 questo traguardo non è stato raggiuto solo per poco meno di 300 immatricolazioni. Oltre al meno brillante anno precedente, la crescita del mercato si deve probabilmente alla stabilità dell’economia interna. Infatti, è stato addirittura possibile superare la previsione di auto-suisse di 308’000 nuove immatricolazioni.

Per il 2020, l’associazione degli importatori svizzeri di automobili prevede che il livello del mercato si mantenga relativamente costante con 300’000 nuove autovetture. La quota di motorizzazioni alternative continuerà ad aumentare, dopo che nel 2019 il loro numero è aumentato dell’88,6 percento rispetto all'anno precedente. I fattori di crescita sono stati le auto elettriche (+157,7 percento), ibride (+68,0 percento) e a GPL (+55,5 percento).



Nel 2019 la quota di modelli ricaricabili alla rete elettrica ha raggiunto un nuovo record con il 5,6 percento. Le autovetture elettriche pure hanno più che raddoppiato la loro quota di mercato, passando dall’1,7 percento dell’anno precedente al 4,2 percento, mentre la quota dei modelli ibridi plug-in è rimasta stabile all’1,4 percento.

Ora tutte le propulsioni alternative, compresi i cosiddetti «veicoli plug-in», vivranno un anno di crescita straordinaria, prevede Christoph Wolnik, portavoce media di auto-suisse: «Dati i valori limite di CO2 notevolmente inferiori, di 95 grammi per chilometro, applicabili dal 2020 in Svizzera all’85 percento delle autovetture nuove, nei prossimi mesi saranno lanciati sul mercato numerosi nuovi modelli elettrici e plug-in. Secondo varie indagini attuali, anche la domanda di questi veicoli dovrebbe aumentare; per il 2020 ci aspettiamo dunque una quota di mercato quasi raddoppiata dei plug-in, fino al 10 percento circa. Ciò sarebbe in linea con l’obiettivo «10/20» di auto-suisse, emanato già nel febbraio 2018.
 

Rimanete aggiornati e iscrivetevi alla newsletter AGVS!
Iscriviti ora

 


Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.

Commenti