Serve una rivoluzione e non speculazione

Thomas Ingenlath, CEO di Polestar

Serve una rivoluzione e non speculazione

4 maggio 2021 agvs-upsa.ch – Invece di dare un contributo significativo al cambiamento climatico, secondo Thomas Ingenlath, CEO di Polestar, i produttori di veicoli elettrici rischiano di cadere in balia degli speculatori.

ingenlath-artikel_2.jpgFonte: Polestar

jas. Signor Ingenlath, secondo lei l’elettrificazione del settore automobilistico rischia di perdere di vista l’obiettivo. Perché?
Thomas Ingenlath, CEO di Polestar: La nostra priorità deve essere concentrarci sul cambiamento climatico e non su un’acclamazione da parte del mercato. La strada verso un pianeta più pulito passa per i nostri studi di progettazione, i nostri reparti di ricerca, le nostre fabbriche, le nostre catene di approvvigionamento e le nostre sale riunioni. Noi dell’industria automobilistica dobbiamo concentrarci su cosa facciamo e su perché lo facciamo. Maggiore diventa la speculazione relativa al settore delle auto elettriche, maggiore è la nostra responsabilità di rimanere con i piedi per terra nella produzione di auto che rivoluzioneranno il settore.

Secondo lei dobbiamo fare attenzione agli utopici valori su carta e tornare piuttosto alla realtà industriale. Allo stesso tempo voi di Polester beneficiate di un finanziamento di 550 milioni di dollari USA da parte di un gruppo di investitori a lungo termine. Non le sembra una contraddizione?
Dai suoi inizi tre anni e mezzo fa, Polestar ha sviluppato un ottimo impianto di produzione di proprietà in Cina, ha messo in piedi un’attività di distribuzione globale e ha lanciato con successo due veicoli, Polestar 1 e Polestar 2, con ottimi riscontri da parte di clienti e media. Onestamente mi stupisce che ci siano aziende da miliardi di dollari che non hanno mai costruito un’auto. L’elettromobilità deve quindi essere necessariamente ancorata alla realtà e non ai sogni.

Il mercato delle auto elettriche cresce a pieno ritmo. La tecnologia è sempre più avanzata. Secondo lei è anche più economica?
I consumatori sono sempre più disposti a collegare l’elettromobilità alla propria posizione rispetto all’ambiente. Oggi l’industria automobilistica può fornire il maggiore contributo positivo rispetto al cambiamento climatico mai visto nella sua storia. Naturalmente in questo ambito è importante anche parlare di crescita. Con questo non intendo una crescita di investimenti, valutazioni o indicatori prezzo-utile, ma piuttosto una crescita reale: la crescita della disponibilità dei consumatori a passare ai veicoli elettrici e la crescita del nostro impatto sulle emissioni tossiche.

ingenlath-artikel_3.jpgPolestar a Shanghai Motor Show 2021. Fonte: Polestar
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

8 + 4 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.

Commenti