Twike e BMW i3 battono la Tesla S

27 dicembre 2018 agvs-upsa.ch - Nessuno se l’aspettava: in occasione dell’Eco Grand Prix 2018 in Germania, una gara di 24 ore per auto elettriche, la favorita Tesla Model S si è piazzata dietro la concorrenza.


srh. Durante le prime ore sul circuito della Motorsport Arena di Oschersleben, i Tesla Model S, dati per favoriti dai due terzi della comunità delle auto elettriche, erano in vetta, dominati dal forte ambito del gruppo Tesla Model S con batterie da fino a 90kW. Tuttavia, man mano che la prima corsa mondiale di endurance per auto elettriche continuava, i modelli Tesla retrocedevano continuamente. Nella notte, perfino Jutta Kleinschmidt, unica vincitrice donna della Rally Dakar, si è battuta per il terzo posto con la sua BMW i3, ma nel corso della mattinata è di nuovo lievemente retrocessa piazzandosi tuttavia davanti alla prima Tesla Model S.

Il team della vettura vincitrice, una Tesla Roadster esistente da tempo, si è contraddistinto per il maggior numero di giri percorsi, 495, seguito da una Hyundai Kona (486 giri) e una Renault Zoe (470 giri). Dei dieci Model S all’avvio, il miglior team è partito dalla 10a postazione pur non essendo equipaggiato nemmeno con la batteria più grande, ma guidando un modello con una batteria da 85 kW. Alla fine si è piazzato direttamente dietro una Twike e la BMW i3 della Kleinschmidt.

L’Eco Grand Prix si è dato la missione di dimostrare che le auto elettriche possono essere ricaricate ovunque ci sia corrente, anche senza apposite stazioni di ricarica. Tramite la limitazione della velocità di ricarica sulle prese della corrente trifase si mira a mostrare che tutte le vetture elettriche, comprese le Tesla, possono viaggiare al di fuori di una rete di infrastruttura per la ricarica. Le Tesla all’avvio non hanno potuto sfruttare il vantaggio della ricarica veloce “Supercharger” di fino a 118 kW.

Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie