Nuovi tamburi per uno slancio sostenibile

Parlano i dipendenti Laemmle

Nuovi tamburi per uno slancio sostenibile

12 maggio 2023 agvs-upsa.ch – Il cambio di nome di Panolin in Laemmle Chemicals AG ha suscitato scalpore nel mondo dei prodotti petroliferi e dei lubrificanti. L'azienda familiare dell'Oberland zurighese rimane fedele a se stessa nonostante questi cambiamenti e il nuovo marchio Roxor? Abbiamo parlato con i membri del personale.
 

laemmle_inhalt01_920px.jpg
Dopo 32 anni e un anno rispettivamente alla Laemmle Chemicals, Roger Schwender (a sinistra, direttore di produzione) e Selin Mancini (marketing) sembrano a loro agio con il nuovo marchio Roxor. Foto: UPSA media.

tpf. Novità nei prodotti petroliferi e nei lubrificanti. Quando si chiamava Panolin, Laemmle Chemicals aveva una buona reputazione: la famiglia Lämmle prendeva molto sul serio i prodotti e i clienti, ma in modo rilassato. Il cambio di nome non sembra aver smorzato questo slancio. Durante la nostra visita a Madetswil (ZH), sorridiamo alle scritte autoironiche «The Boss» e «The Legend», che campeggiano accanto alla nuova linea di prodotti Roxor e Polyston della consociata Fripoo Produkte AG, sui tappeti all'ingresso degli uffici.

Più tardi, quando scattiamo una foto a due dipendenti, questi scherzano allegramente strappando gli slogan, mentre un collega su un carrello elevatore si fa strada ridendo nella foto. Questa è Lämmle, dal vivo. Non che Laemmle Chemicals (che, se si conta l'azienda Fripoo nella vicina Greeningen (ZH), conta 90 dipendenti) abbia molto tempo da perdere. Il negozio è in fermento, soprattutto perché a Madetswil, oltre alla Roxor, si producono prodotti Panolin per la Shell. Quasi tutti i dipendenti sono originari della regione, come Roger Schwender, responsabile della produzione. È il capo cuoco dell'olio. Roger Schwender, originario di Turbenthal (ZH), quasi alla fine della strada, ricorda con una salda stretta di mano: «Sono passati 32 anni! I miei attuali capi erano bambini quando li ho conosciuti.»

laemmle_inhalt02_920px.jpg
Il maestro delle miscele di oli: Roger Schwender è responsabile della produzione della gamma Roxor. Foto: UPSA media.

Nell'azienda di famiglia le critiche sono all'ordine del giorno.
Come ha reagito quando ha saputo che la fabbrica non era stata venduta, ma il marchio Panolin sì? «È stato un duro colpo», dice Schwender. Vista laterale del redattore di AUTOINSIDE di fronte al co-CEO Silvan Lämmle, uno dei tre Lämmle della direzione, insieme a Sarah Mohr-Lämmle (co-CEO) e al capo del consiglio di amministrazione Christian Lämmle. Nelle aziende «normali», un capo potrebbe rimproverare, intervenire, protestare o relativizzare un'uscita del genere davanti ai media. Ma qui? Niente. Silvan Lämmle sorride, Roger Schwender parla a cuore aperto. «Qui non c'è ipocrisia», conferma Schwender, «siamo presi sul serio e abbiamo il diritto di essere criticati. Non sono un numero. Io sono Roger. E quando non stai bene, i Lämmles si prendono cura di te». La famiglia ha «sempre cercato il dialogo e spiegato le ragioni», dice Schwender. «Di per sé non è cambiato nulla, produciamo gli stessi prodotti e vogliamo clienti soddisfatti.» Tra l'altro, questo non è il primo cambio di nome dal 1949! Dirò solo una parola: Raffineria Russikon! Il 58enne ride, torna a riflettere e aggiunge: «Ma sono molto orgoglioso di lavorare per Laemmle Chemicals».

artikelbildzusatzneu.jpg
Branding: qui Selin Mancini guarda i campioni dei nuovi articoli di merchandising Roxor. Foto: UPSA media

Una serie infinita di cambiamenti
Come visitatore, ti ritrovi anche a pronunciare la parola con la p che in futuro sarà vietata alla Laemmle Chemicals per motivi legali: «Panolin». «All'inizio era così anche per noi», dice allegramente Selin Mancini, una delle due addette al marketing. Al momento della nostra visita, alla fine di marzo, l'ultimo lavoro di rebranding era in pieno svolgimento. L'epicentro di questo lavoro titanico è l'ufficio di Selin Mancini. L'effervescente 29enne specialista di marketing di Volketswil (ZH) ha lasciato Amag circa un anno fa e si è unita a un'azienda che voleva reinventarsi pur rimanendo fedele a se stessa. «Quando si pensa al rebranding, la prima cosa che viene in mente sono i fusti d'olio, le insegne, la carta intestata. Poi si pensa ai biglietti da visita, ai manuali, alle auto, a Google Maps, alle tazze da caffè, ai calendari, agli abiti da lavoro, e così via. Abbiamo formato dei team interni per assicurarci di non dimenticare nulla». Selin Mancini ride e aggiunge: «Quando abbiamo finito, scopriamo che il wi-fi ha ancora il vecchio nome». Selin Mancini controlla i campioni di articoli di merchandising Roxor, visibilmente sollevata dal fatto che i nuovi teloni per i cinque camion della casa arriveranno nei prossimi giorni.

laemmle_inhalt03_920px.jpg
Mancano ancora le etichette delle porte, ma questo è l'aspetto che i camion Laemmle / Roxor avranno in futuro. Foto: Laemmle Chemicals

Il cambio di nome è stato un incubo senza fine? «No», dice la signora Mancini. «È molto impegnativo, ma è un lavoro da sogno!» Sono qui da meno di un anno e mi occupo di cambiare l'identità dell'azienda e del prodotto: è entusiasmante in termini di marketing e direi anche fantastico. Soprattutto perché il nome dell'azienda, il marchio e le strategie di marketing sono diversi: un vento nuovo soffia su Roxor, il nostro marchio di oli per motori e cambi, oli idraulici e lubrificanti minerali. Da qui lo slogan Roxor: Swiss Oil in Motion! Siamo lungimiranti, innovativi e sostenibili. Tuttavia, abbiamo fatto in modo che per i clienti non cambi nulla: il nome è nuovo, ma i volti e i contenuti non cambiano. Cosa dicono le «novità» sul clima all'interno dell'azienda? «Qui siamo davvero accolti come una famiglia», dice Selin Mancini, «pensiamo come una squadra. Certo, il direttore ha le sue esigenze, ma soprattutto incoraggia e lascia spazio di manovra. Ecco perché, nonostante l'incertezza iniziale, tutti sono rimasti". Un'altra caratteristica dei Lämmles.
torna su
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

4 + 14 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.

Commenti