«Riparazioni ai cristalli, un grande potenziale»

12 ottobre 2020 agvs-upsa.ch - Riparare un parabrezza danneggiato invece di sostituirlo fa risparmiare tempo, denaro e protegge l’ambiente. Pertanto, la Mobiliare rinuncia alla franchigia dell’automobilista per le riparazioni dei cristalli. ​


Fonte: Istock

sco. Prima si rinunciava alla franchigia solo se il cristallo danneggiato veniva riparato da un’azienda partner della Mobiliare, specializzata in questo tipo di danni. Ora l’assicuratore ha ampliato la cerchia delle autofficine. Adesso anche i garagisti possono riparare i cristalli senza che i clienti debbano mettere mano al portafogli. Stefan Schüpbach, responsabile del Centro di competenza per i danni ai veicoli, ne spiega le ragioni.
 

Signor Schüpbach, la Mobiliare rinuncia alla franchigia dell’automobilista se quest’ultimo decide di far riparare un cristallo danneggiato anziché sostituirlo. Perché?
Stefan Schüpbach:
Vogliamo creare un incentivo per aumentare la riparazione dei cristalli dei veicoli. Dal 1° febbraio 2019, le disposizioni di legge consentono in linea di massima anche riparazioni nel campo visivo del parabrezza. Qui intravediamo un grande potenziale. Tuttavia, le riparazioni non devono mai essere effettuate a scapito della sicurezza stradale.

Fino ad oggi, questa rinuncia alla franchigia era riservata ai partner della Mobiliare specializzati in cristalli, ovvero Desa Autoglass. Perché avete deciso di estendere questa possibilità anche ai garagisti?
I sistemi di assistenza nei veicoli moderni stanno diventando sempre più complessi. Di conseguenza, anche il costo della sostituzione di un cristallo diventa sempre più oneroso, sia per le autofficine che per le compagnie di assicurazione. In più abbiamo scoperto che la riparazione dei cristalli non è possibile in tutte le officine di riparazione perché non tutte sono dotate di attrezzatura tecnica e know-how. A questo proposito, molte officine si sono sviluppate molto negli ultimi anni, investendo in attrezzature e know-how. Questi progressi in nuovi strumenti di riparazione dei cristalli e dunque anche il miglior risultato finale sono incoraggianti.

Chi ha preso l’iniziativa per questa collaborazione?
Non è così facile rispondere a questa domanda. Io provengo dal settore dell’auto, quindi mi sta naturalmente molto a cuore. Da parte della Mobiliare lavoriamo da anni a stretto contatto con la Rappresentanza di settore presso l’UPSA. Siamo sempre stati interessati ad una collaborazione con i garage. 

La riparazione dei cristalli non solo è più ecologica di una sostituzione, ma anche più economica. Quanto costano ogni anno alla Mobiliare i parabrezza rotti?
I costi complessivi ammontano a circa 50 milioni di franchi. Da non sottovalutare è anche il minor tempo necessario per una riparazione.

E quale risparmio potenziale si aspetta aumentando la percentuale delle riparazioni?
Il risparmio potenziale è enorme! E non solo in termini finanziari, ma anche ambientali. Le riparazioni riducono la quantità di vetro da smaltire e quindi anche l’impatto ambientale. Supponendo un tasso realistico di riparazioni tra il 15 e il 20%, si ottiene un risparmio potenziale del 10% circa. 

Quali requisiti deve possedere il garagista per effettuare una riparazione ai cristalli in carico alla Mobiliare?
L’ordine viene effettuato direttamente dal cliente e non dalla Mobiliare. Il garage deve avere la competenza tecnica e le attrezzature richieste. Dopo la riparazione il veicolo deve essere assolutamente sicuro per la circolazione e il cliente deve poter farvi affidamento. Altri fattori importanti per il successo sono l’atteggiamento del garagista e la comunicazione con il cliente.

Come viene remunerato il garagista? Può fatturare in base alle spese o c’è un importo fisso?
Il tempo medio necessario per riparare un parabrezza è di 30 minuti e al momento viene solitamente remunerato a un prezzo forfettario di CHF 220.-.

Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.

Commenti