Cosa succederà nel 2024

Prospettive della politica

Cosa succederà nel 2024

4 gennaio 2024 agvs-upsa.ch - Il 2023 è stato un anno piuttosto tranquillo in termini di politica dei trasporti. Le elezioni federali del 22 ottobre non hanno portato grandi cambiamenti, a parte un leggero spostamento a destra. Nel 2024, il Consiglio federale prenderà probabilmente importanti decisioni sulla politica dei trasporti. Raoul Studer

20240104_vorschau_artikelbild.jpg
Gli ingorghi regolari, come in questo caso nell'area di Zurigo, rappresentano una sfida per la politica dei trasporti. Foto: Shutterstock

I lavori di costruzione della rete autostradale proseguiranno nel 2024 e dovrebbero registrare buoni progressi. Se il referendum raggiungerà il numero di firme necessario, potrebbe esserci una votazione importante sull'ampliamento dell'autostrada. 

Annunciato il referendum
Su proposta del Consiglio federale, il Consiglio nazionale e il Consiglio degli Stati hanno approvato l'ampliamento dell'autostrada sui seguenti tratti: Wankdorf-Schönbühl (BE); Schönbühl-Kirchberg (BE), terza canna del tunnel del Rosenberg, compreso il collegamento con la stazione merci (SG); tunnel del Reno di Basilea (BS/BL), seconda canna del tunnel del Fäsenstaub (SH) e il tratto A1 Le Vengeron-Nyon. I costi sono stimati in 5,3 miliardi di franchi svizzeri. Franchi svizzeri. Sotto la guida del VCS (Club Svizzero dei Trasporti), partiti, organizzazioni e associazioni della sinistra-verde hanno lanciato con successo un referendum contro questa decisione federale. Il voto è previsto per quest'anno.

I lavori di costruzione del Gottardo procedono come da programma
I lavori per la costruzione della seconda galleria stradale del Gottardo sono proseguiti normalmente dopo l'incidente (crepa nel soffitto sospeso) del 10 settembre 2023. I brillamenti sono ancora necessari a causa della durezza della roccia, ma vengono eseguiti in modo ancora più delicato rispetto al passato. I lavori di controspinta nell'area del portale nord continueranno fino a giugno 2024 e l'apertura della seconda galleria del Gottardo è prevista per il 2029. Il primo tunnel stradale del Gottardo sarà poi riparato. Entrambe le gallerie dovrebbero essere disponibili a partire dal 2032.

Cantiere della grande A1
La capacità di traffico del tratto autostradale A1 lungo circa 22 chilometri tra gli svincoli di Luterbach e Härkingen viene regolarmente superata. Il progetto di ampliamento a 6 corsie dell'A1 Luterbach-Härkingen elimina la strozzatura sulla rete autostradale e comprende la riparazione e l'adeguamento dell'infrastruttura per soddisfare la legislazione ambientale e i requisiti di protezione delle acque e del rumore. Non sono stati presentati ricorsi alla Corte Suprema Federale contro le sentenze del Tribunale Amministrativo Federale. Ciò significa che la decisione di approvazione del Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC) è giuridicamente vincolante. I lavori preliminari inizieranno nella primavera del 2024, mentre i lavori principali inizieranno nel maggio del 2025. La costruzione dovrebbe durare complessivamente circa otto anni a partire dal 2024.

Nuovo finanziamento stradale
La manutenzione e l'ampliamento dell'infrastruttura stradale costano. Questi fondi provengono in parte dalla riscossione dell'imposta sugli oli minerali o dalla sovrattassa sulle auto con motore a combustione. Per raggiungere l'obiettivo del governo federale di azzerare le emissioni di gas serra entro il 2050, sono necessarie più auto elettriche. In realtà, il numero di veicoli sui quali non viene riscossa l'imposta sugli oli minerali è in costante aumento. Di conseguenza, le entrate diminuiscono. Il Consiglio federale ha quindi incaricato il Dipartimento delle Finanze e il Dipartimento federale dei Trasporti di elaborare un pacchetto legislativo per il finanziamento sostenibile delle infrastrutture di trasporto, introducendo un'imposta sostitutiva per i veicoli con sistemi di propulsione alternativi. Al momento Astra ipotizza che il Consiglio federale aprirà il processo di consultazione su questo tema nell'estate del 2024.

Prezzi della mobilità: in attesa del Consiglio federale
Il governo federale considera il mobility pricing come un modo per ottenere un sistema di trasporto più efficiente. A tal fine, sono stati condotti diversi studi di fattibilità in vari Cantoni. Attualmente sono in fase di conclusione. Il Consiglio federale deciderà poi come procedere. Astra prevede che ciò avverrà nel 2024.

20240104_vorschau_artikelbild_2.jpg
Il Consiglio nazionale e il Consiglio degli Stati hanno approvato la costruzione di una seconda canna per il tunnel Fäsenstaub. Foto: Astra

Riduzione del rumore del motore
Nel dicembre 2022, il Consiglio federale ha sottoposto a consultazione le misure per la riduzione dell'inquinamento acustico, che si è protratta fino al 23 marzo 2023. Attualmente Astra sta analizzando i risultati della consultazione, che richiede molto tempo. Non si sa ancora quando il Consiglio federale si occuperà della questione.

Guida automatizzata
Il 1° ottobre 2023 entreranno in vigore alcune modifiche alla legge sulla circolazione stradale (parole chiave: attenuazione delle infrazioni per eccesso di velocità e infrazioni con patente in prova). Il Consiglio federale ha aperto la consultazione su due nuove ordinanze con cui intende regolamentare la guida automatizzata. Come è noto, in primavera il Parlamento ha approvato una revisione parziale della Legge sulla circolazione stradale (LCStr), creando così le condizioni quadro per la guida automatizzata. Il Consiglio federale sta ora concretizzando queste disposizioni legali con due ordinanze. La consultazione su queste ultime durerà fino al 2 febbraio 2024 e il Consiglio federale intende ora autorizzare il livello 3 di automazione. Questo include: I conducenti possono lasciare il volante. Tuttavia, deve essere pronto a riprendere il controllo del veicolo in qualsiasi momento. 

Iniziative per il clima in arrivo
L'associazione Umverkehr ha presentato iniziative per il clima in nove città e nel comune di Ostermundigen BE (parola chiave: alberi al posto dell'asfalto; le iniziative cittadine partono da qui e chiedono di privilegiare modalità di trasporto ecologiche e poco ingombranti). Altre iniziative sul clima a Burgdorf e Sciaffusa sono in preparazione o in discussione. A San Gallo, i promotori hanno ritirato la loro iniziativa dopo che il parlamento cittadino ha deciso di presentare una controproposta. A Basilea Città, gli elettori hanno chiaramente respinto le iniziative il 26 novembre 2023. Le votazioni a Coira, Winterthur e Zurigo si svolgeranno nel 2024.

Infrastruttura di dati sulla mobilità 
I dati svolgono un ruolo sempre più importante nella mobilità: accanto alle infrastrutture stradali e ferroviarie, sono una terza infrastruttura rilevante per il sistema. Il Consiglio federale intende pertanto istituire un'infrastruttura statale di dati sulla mobilità (Modi). Il Modi ha lo scopo di migliorare l'uso dei dati sulla mobilità (consegna, fornitura, scambio, collegamento, riferimento) in tutti i modi di trasporto. In una prima fase, il Modi si compone di due elementi principali: Nadim e Transport Network CH. Nadim (National Data Networking Infrastructure Mobility) consente lo scambio standardizzato di dati sulla mobilità e quindi la messa in rete di autorità pubbliche, fornitori di mobilità, sviluppatori e operatori di soluzioni digitali per i clienti (ad esempio, app) e altri soggetti interessati, come la scienza e la ricerca. La rete di trasporto CH è una rappresentazione digitale standardizzata dell'intero sistema di trasporto svizzero. Tutti i dati sulle reti di trasporto e le relative infrastrutture pubbliche devono essere sincronizzati, ampliati e ottimizzati a livello centrale dal governo federale. Le modalità saranno finanziate dalla Confederazione per i primi dieci anni e poi, se possibile, attraverso le tariffe per gli utenti.

In seguito alla valutazione del processo di consultazione, quest'anno si sono svolti numerosi colloqui con le varie parti interessate per definire esigenze e interessi. I primi elementi delle modalità sono già in fase di sviluppo. Si prevede che il Consiglio federale trasmetta il messaggio di legge al Parlamento l'anno prossimo.

Rapporto sulla gestione del traffico
Infine, in risposta a diversi postulati, il Consiglio federale sta preparando un rapporto su come migliorare la gestione del traffico transalpino, in particolare sulle tratte del Gottardo e del San Bernardino, per ridurre l'impatto negativo del traffico di transito attraverso le Alpi. Anche l'aumento del prezzo della vignetta autostradale farà parte dell'analisi. Il Consiglio federale dovrebbe presentare il rapporto al Parlamento nella primavera del 2024.
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

11 + 6 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.

Commenti