Un percorso tortuoso verso un lavoro da sogno

Combattere la carenza di manodopera

Un percorso tortuoso verso un lavoro da sogno

8 gennaio 2024 agvs-upsa.ch – Che cosa hanno in comune i capelli lunghi, i denti bianchi e le auto rombanti? In realtà, non molto. Eppure questa combinazione ha dato vita a due carriere entusiasmanti e a una profonda amicizia. Manuela Reinle e Ana-Marija Sola hanno avuto il coraggio di ricominciare da capo e da allora sono più felici nella loro vita professionale quotidiana. Cynthia Mira

zwei_quereinsteigerinnen_920px.jpg
Un lavoro da «polipo»: le attività dell'industria automobilistica sono così varie che la nuova vita professionale di Manuela Reinle (a destra) e Ana-Marija Sola è composta da molti compiti diversi. Foto: UPSA media

«Voglio finalmente fare qualcosa di concreto che mi interessi e che corrisponda alla mia passione», si è detta Manuela Reinle mentre appendeva al chiodo la sua attività autonoma di parrucchiera. Dopo qualche anno ha abbandonato la professione e non taglia più i capelli alle sue amiche. Un annuncio chiaro. Anche il suo passaggio alla ristorazione ha avuto vita breve, a causa della pandemia. Nuovo obiettivo: l'industria automobilistica. Non si fa prima a dirlo che a farlo. E questo nonostante l'inizio difficile, con risposte negative alle sue domande di assunzione. Questo fino a quando non ha deciso di rivolgersi personalmente ad Auto Hotz AG, l'agente ufficiale Honda di Baar ZG. Per coincidenza, la coppia di proprietari Vital e Anna Hotz stava pensando di ampliare il team nello stesso periodo. Il lieto fine è stato una posizione di vendita all' 80%. «Il fatto che io abbia potuto iniziare qui è un sogno assoluto. Sono sempre stato un grande fan di Honda», afferma il 28enne.

Cambiare lavoro ha richiesto non solo coraggio, ma anche impegno. Reinle ha intrapreso un percorso di formazione come consulente di vendita auto e si è diplomata l'estate scorsa tra i migliori della sua classe. «Solo durante il corso di formazione se ne è resa conto. Per questo ha già pensato di frequentare un giorno un corso di gestione aziendale». Il corso di vendita non solo l'ha aiutata ad acquisire conoscenze, ma ha anche creato un'amicizia con Ana-Marija Sola, che ha cambiato direzione, anche se il suo percorso dal filo interdentale alla ruota dentata è stato un po' diverso. Insieme hanno trascorso molte ore a studiare.

 

«Voglio finalmente fare qualcosa di concreto che mi interessi e che corrisponda alla mia passione.»

Manuela Reinle, consulente di vendita


«Ho terminato il mio apprendistato come assistente dentale all'età di 18 anni e poi mi sono formata come assistente alla profilassi. Amavo il mio lavoro, ma sentivo il bisogno di affrontare una nuova sfida», spiega A.-M. Sola, 35 anni. «Volevo provare qualcosa di nuovo», aggiunge ridendo, «forse a causa della mia età». Un conoscente l'ha messa in contatto con la direzione del Rütter Garage di Mühlau AG, il suo attuale datore di lavoro. Un'azienda moderna con una lunga tradizione, dal 1978 è un agente ufficiale Ford e dal 2016 anche il contatto per Subaru. Come i datori di lavoro di Reinle, anche il proprietario Daniel Rütter stava pianificando l'ampliamento del suo team. «Io stesso non sapevo quale direzione prendere. Ma la formazione continua era una necessità per me. Se devo intraprendere un'opzione, voglio farlo bene», dice A.-M. Sola. Inizialmente si parlava di seguire il seminario di base dell'UPSA per diventare consulente di vendita. Tuttavia, come Manuela Reinle, ha optato per un corso di formazione più approfondito che porta al conseguimento di un diploma federale. «Bisogna avere la volontà e l'ambizione di investire abbastanza tempo per entrare davvero in questo settore a tempo pieno, ma ne vale la pena».

Il capo di Manuela Reinle, Vital Hotz, ha dato loro un grande sostegno per sviluppare le loro competenze, dal filo interdentale alle ruote dentate, dall'olio per capelli all'olio lubrificante. «Era la nostra occasione», ride Reinle, «Penso che se vuoi riqualificarti, hai bisogno di qualcuno che ti spieghi l'argomento oltre alla teoria scolastica, o che te lo spieghi più volte. È necessario che l'azienda ti aiuti a metterla in pratica». «Grazie alla sua esperienza pluriennale, Vital Hotz è stato in grado di spiegarci le cose in modo molto più logico e accessibile», concorda A.-M. Sola: «All'inizio ero spesso in difficoltà quando si trattava di conoscere i prodotti, quindi abbiamo dovuto sviluppare il nostro know-how tecnico in un tempo molto breve, anche se questo è sempre stato un desiderio e mai un obbligo. La cosa più difficile era la mancanza di visibilità. Anche nel suo caso, il datore di lavoro e i colleghi di lavoro si sono presi il loro tempo. Che fosse durante l'orario di lavoro, all'ora di pranzo o anche la sera, lei lo apprezzava molto. Per esempio, quando si smontava un motore o c'era qualche altro lavoro interessante da fare, mi chiamavano per spiegarmelo. Sono una persona che impara a memoria, quindi ne ho bisogno.»

 

«Bisogna essere disposti a investire circa tre anni per entrare davvero in questo settore, ma ne vale la pena.»

Ana-Marija Sola, consulente di vendita


Nel loro lavoro, entrambi apprezzano particolarmente la diversità. «Posso fare tante cose, per questo mi piace così tanto. Non mi limito a sedermi a un tavolo e a redigere contratti di vendita, ma mi occupo anche dell'officina, dell'assistenza post-vendita o svolgo attività commerciali, oltre ad avere discussioni appassionanti con i clienti», spiega Reinle. Non è sempre così nelle grandi aziende, come hanno imparato i loro compagni di corso. «Questo è un enorme vantaggio», aggiunge l'amica. «Siamo benvenute ovunque e possiamo anche contribuire con la nostra creatività attraverso le attività di marketing o i social media e supportare il nostro team in tutti i settori». Le due donne attribuiscono grande importanza anche allo spirito di squadra. «Bisogna sentirsi a proprio agio e apprezzati. La sensazione di essere accolti e di essere arrivati è importante per me». Per questo, ancor prima di assumere il suo incarico, è stata invitata dal suo datore di lavoro, Daniel Rütter, a un pranzo di Natale per conoscere meglio il team. La natura familiare dei due operatori è anche alla base della buona atmosfera.

Nella vita di tutti i giorni, le due amiche sperimentano di tanto in tanto pregiudizi stereotipati, che le fanno sorridere. «Un giorno, durante una conversazione, un cliente mi ha detto che sapevo molto di auto, che è esattamente quello che facevo qui», racconta Reinle. La sua risposta è stata secca: «Sono un consulente di vendita, devo sapere». I due sottolineano che entrambi si tufferebbero in questa nuova professione in qualsiasi momento, oltre a investire nella formazione continua. A.-M. Sola a questo proposito: «Abbiamo avuto un ottimo corso, siamo stati molto coesi e abbiamo in parte ripassato insieme per gli esami. Tutti quelli che hanno sostenuto l'esame finale lo hanno superato. Ci siamo davvero divertiti.»
 
Cosa significa per un'azienda familiare premiare il coraggio di chi cambia strada? I media dell'UPSA hanno parlato con la coppia proprietaria di Auto Hotz AG:



Anna Hotz,
proprietario di Auto Hotz AG, ha dato a Manuela Reinle l'opportunità di entrare nel settore automobilistico. Questa decisione ha ripagato l'operatore. Foto Garage Auto Hotz AG
 

«Ci vuole impegno, questo è certo, ma lo rifaremmo», dice Anna Hotz (foto) a proposito della riqualificazione che Manuela Reinle ha reso possibile. Certo, ha comportato più rischi, ma ne è valsa la pena. Da entrambe le parti, la fiducia ha portato solo vantaggi. «In linea di principio, consiglieremmo una posizione del genere ad altre officine, ma se ne vale la pena dipende anche dalle dimensioni dell'azienda». Manuela Reinle ci ha fornito la motivazione necessaria fin dall'inizio e abbiamo deciso di investire tempo fin dall'inizio, perché bisogna insegnare il know-how tecnico e molte cose sull'industria automobilistica. «Infatti, il primo anno assumiamo un tirocinante», dice Reinle, «ma a seconda delle sue conoscenze professionali pregresse, possiamo anche contare su di lui in cambio». «Grazie alla sua esperienza con i clienti nel salone di parrucchiere, ad esempio, il signor Reinle non ha avuto alcuna remora a trattare con i clienti nello showroom. E siamo grati anche per lo spirito che apporta al team. Ecco perché vale la pena essere aperti e, invece di giudicare le candidature solo in base all'età e alle qualifiche, è importante prendere in considerazione i punti di forza individuali e generali», consiglia Anna Hotz ai suoi colleghi.

 
Una formazione entusiasmante
Ecco le prossime sessioni informative sulla formazione continua dei consulenti di vendita auto con diploma federale:
  • Mercoledì 24 gennaio 2024 dalle 18:00 (Mobilcity Berna)
  • Giovedì 29 febbraio 2024 dalle 18:00 (online con le squadre)
  • Giovedì 18 aprile 2024 dalle ore 18:00 (Mobilcity Berna)
  • Giovedì 13 giugno 2024 dalle ore 18:00 (online con le squadre)
Inizio della formazione a Berna: 28 agosto 2024
Inizio della formazione a Winterthur: 20 agosto 2024

Clicca qui per registrarti.
Cosa dice l'esperto
 


Olivier Maeder,
Direzione dell'UPSA, Dipartimento Educazione


Che cosa fate quando sulla vostra scrivania arriva la candidatura di una persona che ha cambiato carriera? Olivier Maeder risponde.

Cosa deve fare un'azienda quando riceve la candidatura di una persona che sta cambiando carriera?
Olivier Maeder: Raccomandiamo una valutazione approfondita delle competenze che la persona apporta e di quelle che possono essere trasferite all'azienda. Inoltre, una volta valutata la candidatura, è indispensabile un colloquio personale per capire la motivazione a cambiare settore e per assicurarsi che entrambe le parti sappiano a cosa vanno incontro. Si tratta certamente di un carico di lavoro aggiuntivo, ma può essere ripagato se il posto vacante viene occupato da una persona motivata.

Che tipo di servizi di supporto può offrire l'UPSA alle aziende che si stanno riqualificando per una nuova carriera?
Per le vendite, offriamo il seminario di base per i consulenti di vendita: il programma di formazione per insegnanti di dieci giorni è molto apprezzato. In questo modo, le persone che sono alle prime armi con la vendita di autovetture ricevono gli strumenti necessari per affrontare la situazione. Questo seminario è molto apprezzato dalle officine e si tiene generalmente due volte l'anno nella Svizzera tedesca e una o due volte l'anno nella Svizzera francese. La sezione ticinese offre anche un corso simile in italiano.

Quali sono le qualità di cui ha bisogno chi sta cambiando indirizzo professionale? Come consulente di vendita e tecnico di meccatronica automobilistica?
Nelle vendite, l'accento è posto sulle capacità di follow-up e sulla consulenza commerciale. L'esperienza professionale in uno o entrambi questi settori costituisce un vantaggio. Poiché i tecnici meccatronici per autoveicoli seguono la formazione di base più avanzata del settore automobilistico, è possibile accedere a un'altra professione senza dover completare l'intero corso di formazione di base, solo attraverso una professione tecnica affine. I meccanici di macchine agricole o di motocicli, con alcune limitazioni, gli automeccanici o altre professioni affini sono candidati idonei.

In che misura la riqualificazione è un modo per combattere la carenza di lavoratori qualificati?
L'assunzione di persone che cambiano direzione è effettivamente una misura oculata per combattere la carenza di manodopera. Nei settori dell'assistenza ai clienti, delle vendite e dell'amministrazione, ha molto senso assumere persone con le giuste competenze, anche se con poche conoscenze pregresse, a patto che abbiano anche un'affinità con le auto e con l'officina. Logicamente, questa forza lavoro ha bisogno di più tempo per acquisire le conoscenze specifiche del settore richieste dall'azienda.

Quanto è comune questo tipo di reclutamento nel settore automobilistico o è una nuova tendenza?
Questo accade da tempo nel settore delle vendite, e stiamo assistendo a una tendenza crescente anche nel servizio clienti o nella consulenza di assistenza. Ad esempio, le officine assumono sempre più spesso lavoratori provenienti dall'industria alberghiera o da altri settori, che sono a diretto contatto con i clienti e che potrebbero essere alla ricerca di una nuova sfida nel settore automobilistico. In officina, senza una formazione qualificata nel settore, la sfida è maggiore, come ho detto.
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

6 + 2 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.

Commenti