L'arte di suonare la nota giusta

Competenti nel mondo del colore

L'arte di suonare la nota giusta

23 aprile 2024 agvs-upsa.ch – I colori più diffusi per le automobili sono il bianco e il nero, il grigio e l’argento: circa tre quarti delle auto di nuova immatricolazione nel 2023 saranno in queste tonalità. Ma anche solo con questi quattro colori, le varianti e gli effetti sono innumerevoli. Volker Wistorf, responsabile della tecnologia applicativa di André Koch AG, sa come tenere traccia di tutte le sfumature. Sascha Rhyner


Colorato come una scatola di pastelli: il parcheggio dei dipendenti Volkswagen negli anni ’70. Foto: Volkswagen

Chi è cresciuto negli anni ’70 o ’80 conosce bene la scatola di Caran d’Ache contenente dodici matite colorate. La tavolozza dei colori delle automobili di allora era simile, come mostra la nostra foto contemporanea del parcheggio della fabbrica VW. All’epoca Volker Wistorf si stava formando come pittore. Da allora sono successe molte cose: per le vernici per auto e per Volker Wistorf. Quest’ultimo ha superato con successo l’esame di maestro artigiano e ora è responsabile della tecnologia applicativa presso André Koch AG. Lì è qualcosa di simile al maestro delle vernici per auto. «Nel nostro sistema abbiamo oltre 250’000 formule per sfumature e tonalità di colore», afferma Wistorf.

Tendenza verso effetti sempre più spettacolari
Questo è un must, perché lo sviluppo è rapido. Esistono circa 100 tonalità di base e «ogni anno vengono aggiunte quattro o cinque nuove tonalità di base», afferma Wistorf. Ci sono anche sempre più effetti. Secondo l’esperto, la stabilità del colore ne risente. Inoltre, poiché gli spazi sono sempre più ridotti e si verniciano sempre più parti, il lavoro per i verniciatori diventa sempre più impegnativo. Piccole differenze di tonalità saltano subito all’occhio in un momento in cui i designer di colori delle case automobilistiche cercano di creare nuove tendenze e colori speciali. «I colour flop, cioè le tonalità di colore che cambiano a seconda dell’angolo di osservazione, sono una sfida», dice Wistorf. Per ottenere questo risultato, vengono applicati strati sottili di diversi smalti ultrasottili sopra il colore di base. Un esempio è il colore di vernice Rhodium White di Mazda, un bianco che appare diverso a seconda dell’angolazione da cui si guarda l’auto. «La tendenza è chiaramente quella di ottenere effetti sempre più spettacolari», spiega Wistorf.

Un dispositivo di misurazione del colore è quindi un ausilio indispensabile nel reparto verniciatura. «Oggi non è più sufficiente voler verniciare come sempre», spiega Wistorf. Ma questo è noto da tempo: circa il 98 % dei clienti di André Koch possiede un colorimetro. «È quasi impossibile ottenere il colore giusto solo a occhio». Solo per il colore argento Volkswagen LA7 W, ad esempio, esistono diverse tonalità che devono essere miscelate individualmente perché non tutti i veicoli argento di Wolfsburg sono uguali.


Il bianco non è solo bianco: i reparti di design delle case automobilistiche stanno diventando sempre più innovativi e quindi sfidano anche i produttori di vernici. Foto: Mazda

Due anni alla formula
La digitalizzazione è un valido supporto, anche in carrozzeria. «Tuttavia, è necessaria una buona preparazione affinché il dispositivo di misurazione con 26 diversi filtri di colore a LED a tre angolazioni possa fornire buoni risultati», spiega. I dati vengono confrontati con il database e gli oltre 250’000 record di dati. I valori di laboratorio, l’effetto e il metamerismo del tono di colore possono essere controllati nel database e la formula esistente viene corretta digitalmente in modo da essere adattata al veicolo. Se necessario, l’occhio umano controlla la formula corretta utilizzando un foglio campione, dice l’esperto di colori.

Tuttavia, i reparti di progettazione delle case automobilistiche non si limitano a mettere in discussione il database e il processo di miscelazione dei colori. Quando un nuovo veicolo viene presentato con una nuova verniciatura, viene interpellato il colorista Standox della sede centrale. C’è un certo supporto da parte degli OEM: le case automobilistiche forniscono campioni. Dal campione di design alla formula, fino alla verniciatura di serie, passano circa due anni: «Quando si crea la formula, i primi passi vengono fatti al computer, ma per gli ultimi ritocchi è necessario anche l’occhio umano», spiega Volker Wistorf.


Ecco come funziona il Bianco Rodio alla Mazda. Foto: Mazda

Video tutorial utili
I produttori di vernici supportano le officine di verniciatura in vari modi quando si tratta di verniciature moderne e complesse. Ad esempio, il sistema di miscelazione dei colori completamente automatico «Irus Mix» di Axalta colpisce nel segno in termini di precisione del colore e di risparmio di tempo per il verniciatore. «Per un particolare lavoro di verniciatura su una Tesla, tuttavia, abbiamo dovuto addestrare l’equipaggio a questo speciale processo nel corso di una giornata», dice Wistorf. Sul sito web di Standox sono disponibili video tutorial con buone spiegazioni per la maggior parte dei processi. «Bisogna capire come applicare quattro o cinque strati molto sottili». Alcuni colori speciali richiedono addirittura uno sforzo particolare da parte del produttore di vernici, come illustra un aneddoto: «Avevamo visto che Toyota stava producendo un’auto con un proprio colore blu. Toyota ha detto che il veicolo non sarebbe arrivato in Europa. Così abbiamo dovuto ordinare il pigmento colorato negli Stati Uniti e abbiamo già riparato tre veicoli di questo tipo».

Per inciso, le 250’000 formule non comprendono la verniciatura che Rolls-Royce ha presentato al Salone di Ginevra qualche anno fa. La Rolls-Royce Ghost con la speciale verniciatura «Diamond Stardust» è all’altezza del suo nome. Per la verniciatura, 1000 diamanti sono stati ridotti in polvere finissima e incorporati nella vernice. E per la finitura sarebbe stata necessaria una spazzola di pelo di scoiattolo. Ciò significa che i costi di verniciatura hanno probabilmente superato di molte volte il prezzo del veicolo.
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

11 + 2 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.

Commenti