Sguardi fotografici e prospettive digitali nella Samsung Hall

30 gennaio 2019 agvs-upsa-ch – «Dreaming» è il nome della 46a edizione del leggendario calendario Pirelli, presentato martedì nella Samsung Hall di Dübendorf. Più di 500 clienti, partner e amici di Pirelli, tra cui anche molte celebrità, hanno accettato l’invito del CEO Erik Vecchiet.
 

Erik Vecchiet, Director Swiss Market di Pirelli, ha dato il benvenuto a oltre 500 ospiti.

sco. C’erano il comico Claudio Zuccolini, l’eternamente giovane presentatore Sven Epiney, l’ex miss Svizzera Nadine Vinzens, Jastina Doreen Riedererer, che essendo stata detronizzata la scorsa settimana non può nemmeno fregiarsi del titolo di ex miss, e il «Bachelor» Clive Bucher, che non si è presentato con la compagna Sanya, ma con il suo migliore amico Salvi Baia. «Pirelli è sinonimo di innovazione, emozione e glamour», così il CEO Erik Vecchiet riassume il DNA di Pirelli, sottolineato anno dopo anno dalla presenza di VIP di bell’aspetto.
 
Stavolta l’evento che ha richiamato il celebre parterre è stata la pima svizzera del calendario Pirelli presso la Samsung Hall. Le immagini del fotografo scozzese Albert Watson hanno affascinato gli ospiti. Le fotografie raccontano la storia di quattro donne che inseguono i loro sogni e le loro passioni. Davanti all’obiettivo hanno posato Gigi Hadid, Alexander Wang, Julia Garner, Misty Copeland, Calvin Royal III, Laetitia Casta e Sergei Polunin. Dai quaranta scatti a colori e in bianco e nero trapela la grande passione di Albert Watson per il cinema. La presentazione del calendario è stata narrata sotto forma di danza moderna ed elegante dal duo «Carta Blanca Dance».

Focus sulla performance
La poliglotta Christa Rigozzi ha condotto la serata dimostrando grande fascino. Nel suo discorso Erik Vecchiet, Swiss Market Director di Pirelli dalla scorsa estate, ha ribadito l’importanza del mercato svizzero per il produttore di pneumatici italiano e con simpatia ha presentato i suoi collaboratori sul grande schermo allestito sul palco. Anche lo sport ha svolto un ruolo importante. Pirelli ha approfittato dell’ampio spazio della Samsung Hall per esporre le auto da corsa dei team svizzeri della Blancpain GT Series, mentre i capi dei team Lorenz Frey-Hilti e Ronnie Kessel hanno offerto uno spaccato della tecnologia (e del grip degli pneumatici da corsa Pirelli).
 
Allo stesso tempo, Vecchiet ha annunciato che Pirelli prolungherà la sponsorizzazione degli sport invernali: fino al 2021, Pirelli sponsorizzerà sia Swiss-Ski sia il campionato mondiale di sci alpino.
 
Oltre allo sport e alla fotografia non è mancato uno sguardo sul futuro digitale, offerto dall’autore ed esperto di innovazioni tedesco Jens-Uwe Meyer nell’ambito del tradizionale appuntamento Autoscout24 Headlights che ha preceduto la Pirelli Night. L’ex commissario della polizia criminale e capo reporter del canale televisivo Pro7 («Ero giovane e avevo bisogno di soldi») ha parlato ai circa 100 spettatori del tema della digital disruption e di come garagisti, concessionari e fornitori possono trarre il massimo dalla rivoluzione digitale. Ha inoltre esortato il pubblico ad abbandonare i vecchi schemi di pensiero: «Oggi diciamo: fallo meglio! Ma sarebbe corretto dire: fallo diversamente!» L’innovazione non può essere sviluppata con strutture predefinite per i processi operativi.
 
«Bisogna essere un po’ paranoici»
La digitalizzazione apre molte opportunità «per i nostri partner e utenti», ha infine dichiarato il CEO di Scout24 Gilles Despas. Come leader, bisogna sempre essere un po' paranoici, secondo Despas: «Perché se una cosa non la faccio io, la farà sicuramente qualcun altro.» Pierre-Alain Regali, CEO di Autoscout24 da novembre, ha promesso nuovi ed entusiasmanti prodotti per i concessionari. Dopo tutto, Jens-Uwe Meyer e i rappresentanti di Autoscout24 concordano sul fatto che la sfida digitale significa principalmente una cosa: «Fare!»


Sguardi: conversazione tra la moderatrice Christa Rigozzi e Pierre-Alain Regali, direttore di Autoscout24.


 
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie