L’elettromobilità come parte di un futuro sistema energetico

Amag apre nuovi settori di attività

L’elettromobilità come parte di un futuro sistema energetico

22 agosto 2022 agvs-upsa.ch – Amag si prepara per il futuro e mostra cosa intende per prestazione di servizi di mobilità: con soluzioni su misura per i condomini e per la produzione di elettricità su larga scala.
 
artikel_pv-anlage.jpgL'impianto fotovoltaico Amag di Lupfig AG. Fonte: Amag

kro. «Il settore automobilistico è in piena trasformazione. E come ogni cambiamento, questo comporta anche molta incertezza. È particolarmente importante, dunque, un chiaro orientamento strategico che consenta di dirigere le risorse dell’azienda verso i temi centrali». Questa frase del primo «Rapporto di sostenibilità» costituisce la base delle attività imprenditoriali di Amag.
 
Quota di mercato più o meno mantenuta
Nel ripercorrere gli sviluppi del primo semestre, Helmut Ruhl, CEO del Gruppo Amag, ha sottolineato le sfide attuali, come la penuria di materie prime, l’interruzione delle catene di approvvigionamento e le tensioni geopolitiche. Tutto ciò ha fatto sì che alla fine di luglio 2022 le nuove immatricolazioni di autovetture si attestassero a circa 125'000 unità, livello analogo a quello registrato negli ultimi due anni di coronavirus. Secondo Helmut Ruhl, ciò non è dovuto alla scarsa domanda da parte dei clienti, che invece continuano a dimostrare interesse per le auto.
 
artikel_e-modelle.jpgGli attuali modelli elettronici dei marchi VW, Audi, Skoda e Cupra davanti alla sede di Amag a Cham. Fonte Amag

In questa situazione i marchi Amag si sono sviluppati in modo diverso. VW, Seat e Cupra hanno subito un leggero calo, Skoda è riuscita a mantenersi stabile e Audi è cresciuta. Complessivamente, la quota di mercato dei marchi Amag a metà anno era del 30,7%.
 
All’insegna del motto «andiamo avanti,» Ruhl non ha dunque guardato indietro, bensì al futuro. In tale contesto, Amag ha presentato i propri piani per l’interpretazione e l’attuazione del concetto di «fornitore di servizi di mobilità», e lo ha fatto in un senso molto ampio e con notevoli risorse. A sostegno delle strategie di sostenibilità dei clienti di flotte e dei clienti business, Amag Leasing AG metterà a disposizione 100 milioni di franchi per il finanziamento di impianti fotovoltaici e di ricarica. In tal modo intende orientarsi coerentemente verso l’elettromobilità. La prospettiva di Amag in questo campo è dimostrata anche dalla sua convinzione che elettromobilità non significa solo ricaricare, ma anche produrre e immagazzinare. Amag considera pertanto l’elettromobilità come parte integrante del futuro sistema energetico. Secondo Helmut Ruhl, in futuro la linea di demarcazione tra il settore automobilistico e le aziende energetiche sarà fluida.

artikel_ruhl.jpgIl CEO di Amag, Helmut Ruhl, spiega come il Gruppo Amag si sta posizionando per il futuro. Fonte: AGVS Media

Produrre elettricità in proprio
Per questo Amag concentra le proprie attività nel campo dell’energia, della ricarica e della creazione di un ecosistema per EV in un nuovo settore di attività: «Amag Energy & Mobility» comprende ora i settori Clyde e Volton. Clyde diventerà un ecosistema BEV a partire dal 2024, mentre Volton fornirà soluzioni di ricarica e gestione. L’intenzione è produrre in proprio l’energia elettrica per i veicoli elettrici.
 
artikel_volton.jpg
Una delle stazioni di ricarica per i modelli elettrici di Volton. Fonte: Amag

Parallelamente Amag accelera l’espansione della propria produzione di energia elettrica: solo nell’anno in corso saranno messi in funzione circa 20'000 m2 di nuovi impianti solari, che dovrebbero espandersi fino a 75'000 m2 entro il 2025. E inoltre, alla fine di quest’anno, il Gruppo Amag avrà installato presso le proprie sedi circa 2000 stazioni di ricarica, 400 delle quali aperte al pubblico.
 
Amag affronta il tema della prestazione di servizi di mobilità anche con una nuova offerta: con un nuovo servizio chiamato «allride,» l’azienda risponde alla domanda sempre più diffusa, soprattutto nelle aree urbane e nei grandi condomini, di una mobilità su misura, ma non più nel senso di un veicolo proprio. Nell’ottica di «Mobility as a Service», «allride» offre tutte le possibilità di spostamento tramite app. A Zugo è già in corso un progetto pilota.
 
Il rapporto di sostenibilità Amag può essere scaricato qui.

artikel_allride.jpg
Mobilità come servizio: con "allride", Amag offre tutti i tipi di opzioni di guida tramite un'app. Fonte: Amag


 
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

11 + 0 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.

Commenti