Il Consiglio federale rafforza la formazione professionale superiore

1 marzo 2017 professioneauto.ch - Il Consiglio federale ha avviato la procedura di consultazione sul progetto di legge relativo all’attuazione del sostegno finanziario per coloro che hanno frequentato corsi di preparazione agli esami federali. Abbiamo chiesto al responsabile formazione di UPSA quali potrebbero essere gli effetti di questa manovra sulle professioni dell’auto.
 
mbo/pd. Il Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca DEFR ha elaborato un pacchetto di misure per il rafforzamento della formazione professionale superiore. In particolare, la Confederazione offrirà un maggiore sostegno finanziario a tutti coloro che hanno frequentato corsi di preparazione agli esami federali di professione e agli esami professionali federali superiori. In questo modo si garantirà parità di trattamento tra gli studenti della formazione professionale superiore e quelli delle scuole universitarie, si aumenterà l’attrattività degli esami federali e si contribuirà a coprire il fabbisogno di professionisti qualificati (iniziativa sul personale qualificato).
 
Il nuovo sistema di finanziamento orientato alla persona permetterà di aumentare i contributi che la Confederazione ha versato finora ai Cantoni. I contributi verranno corrisposti direttamente alle persone che hanno frequentato un corso di preparazione a un esame federale di professione o a un esame professionale federale superiore e che l’hanno successivamente sostenuto.
 
Le modalità di attuazione verranno definite nell’ordinanza sulla formazione professionale (OFPr). Il necessario progetto di modifica della legge sulla formazione professionale è attualmente in consultazione. La consultazione si concluderà a fine maggio 2017.

Ulteriori informazioni

3 domande a Olivier Maeder, responsabile formazione dell’UPSA
 
In qualità di organizzazione che offre esami federali, qual è la posizione dell’UPSA rispetto a questo nuovo pacchetto di misure?
Olivier Maeder: L’idea di aumentare il sostegno finanziario a favore della formazione professionale è straordinaria. In questo modo lo squilibrio rispetto al sovvenzionamento di un percorso universitario si riduce almeno parzialmente, e quindi aumenta anche l’attrattività di questi tipi di formazione. Tuttavia, il progetto suggerito lascia ancora dei dubbi relativamente alla possibilità di accedere ai vantaggi e in che misura.
 
Quali percorsi di studi nel settore dell’auto sono interessati dal provvedimento?
Sono interessati tutti i corsi che preparano agli esami federali di professione e agli esami professionali federali superiori. Nell’UPSA abbiamo per esempio corsi per meccanico diagnostico d’automobile, coordinatore d’officina, consulente di vendita d’automobili, consulente del servizio clienti, soccorritore stradale, restauratore di veicoli e diplomato in economia aziendale nel ramo dell’automobile.
 
Quali sono gli effetti concreti?
Con il passaggio dal finanziamento dell’oggetto al finanziamento del soggetto, i Cantoni sospenderanno le sovvenzioni alle organizzazioni che offrono i suddetti corsi preparatori. Di conseguenza gli operatori della formazione (scuole professionali, UPSA, centri di formazione ecc.) saranno costretti ad adeguare al rialzo i costi degli studi. Dopo aver sostenuto un esame federale, uno studente verrà rimborsato dalla Confederazione per un importo massimo pari al 50% dei costi sostenuti per il corso di preparazione (finanziamento del soggetto). Una delle principali criticità della nuova legge è il fatto che lo studente dovrà ancora finanziare anticipatamente il proprio percorso di studi e, in caso di interruzione dovuta per esempio al mancato superamento degli esami di modulo che consentono l’accesso all’esame federale, non otterrà alcun sostegno finanziario da parte della Confederazione. Per alcuni questo potrebbe ancora rappresentare un motivo per non frequentare alcun corso di preparazione.
 



 

Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie