Onori, elezioni, votazioni e sfide

All'assemblea dei delegati UPSA il Presidente centrale Urs Wernli e gli altri membri del Consiglio centrale hanno volto il loro sguardo all'ultimo esercizio finanziario. Inoltre, è stato trattato un ordine del giorno fitto di punti, tra cui diverse attività e l'elezione del Consiglio centrale.

Altro articolo dedicato all'argomento: assemblea dei delegati UPSA 2015: «Credo fermamente nel nostro settore»

Dopo il suo discorso di benvenuto e prima dell'apertura ufficiale dell'assemblea dei delegati, Urs Wernli ha avuto il triste compito di informare i presenti della morte di Yves Golaz, membro onorario UPSA, spentosi inaspettatamente il 14 maggio. Albert Bonelli, suo successore, ha tenuto un discorso in memoria di Golaz, che per tanti anni è stato Presidente della Sezione di Ginevra; infine i partecipanti all'assemblea si sono alzati in piedi in commemorazione del defunto.

Appello ai membri
Markus Hesse, primo membro del Consiglio centrale a prendere la parola, ha fornito informazioni sul settore Commercio. Sintetizzando il 2014, egli ha rilevato che ci sono sì alcuni fatti su cui l'UPSA e i garagisti non possono influire ma che ci sono anche argomenti rispetto ai quali ci si dovrebbe e ci si deve impegnare a forze congiunte nell'interesse dei professionisti dell'automobile e del ramo. Markus Hesse: «Impegnatevi insieme alla vostra UPSA per creare buone condizioni di mercato e quadro in Svizzera. Il cliente trae infatti il massimo vantaggio quando si rivolge al suo esperto, ossia l'azienda autorizzata.»


 
Carenza di personale specializzato nel settore dei veicoli commerciali
Dominique Kolly non solo è responsabile del settore Veicoli commerciali ma è anche capo di Jean Trotti, attuale campione svizzero di meccatronica dell'auto e partecipante ai WorldSkills 2015 in Brasile. Il friburghese ha riferito ai presenti buone notizie sugli sviluppi del mercato dei veicoli commerciali nel 2014 come, ad esempio, l'aumento del 23% segnato dalle sole vendite di mezzi pesanti per il trasporto di cose. Kolly ha però messo in guardia prevedendo, per il 2015, condizioni generali meno favorevoli, anche a causa del mercato ormai saturo. Facendo riferimento all'impressionante carenza di personale specializzato nel settore dei veicoli commerciali, ha inoltre proposto di fare più pubblicità alla professione dei relativi meccatronici.


 
Tante nuove sfide
René Degen, membro della Sezione di Basilea e responsabile del settore Servizi/After Sales, ha intrattenuto i delegati e i membri UPSA con un suo tipico intervento di tono umoristico, pur riferendosi a temi seri. Ad esempio, egli ha constatato che la digitalizzazione, le nuove tecnologie, i nuovi canali di vendita, il mutare del comportamento in fatto di mobilità, la contrazione dei margini ecc. daranno molto da fare ai garagisti in futuro. René Degen: «Nel settore dell'after sales occorrono un pieno sfruttamento delle capacità dell'officina, una gestione intelligente dell'usato e un'amministrazione efficiente. Noi dell'UPSA sosteniamo il ramo in questo senso fornendo, tra l'altro, impegno a livello politico e servizi interessanti.»


 
«Le nuove leve sono il nostro futuro»
Charles-Albert Hediger, responsabile del settore Formazione professionale, ha sottolineato l'importanza della promozione delle nuove leve: «Le nuove leve sono il nostro futuro.» In una retrospettiva del 2014, «anno della formazione professionale», egli ha fatto riferimento al valore di eventi come gli SwissSkills, dove per cinque giorni 1000 giovani rappresentanti di 130 mestieri hanno fatto mostra del loro talento. Allo stesso tempo, Hediger ha lodato il lavoro di Jean Trotti, rappresentante del settore dei professionisti dell'auto, che in quanto campione svizzero parteciperà ai campionati mondiali delle professioni in programma per agosto in Brasile.




 
No all'imposta di successione e alla Billag
Pierre Daniel Senn, Vice presidente del Consiglio centrale e membro del Comitato presidenziale, si è dedicato ai due progetti che il 14 giugno saranno oggetto di votazione federale. Con un esempio facile ha spiegato gli effetti dell'imposta di successione. «Prendiamo una banconota da 100 CHF: per le prestazioni sociali e l'imposta sugli utili se ne vanno già 40. Se si risparmiano i 100 CHF fino al pensionamento, se ne devono detrarre altri 30 per l'imposta sulla sostanza. Se il risparmiatore muore e lascia il denaro in eredità, vengono detratti altri 20 CHF per la nuova imposta. E se l'erede spende il denaro, deve pagare 8 CHF di IVA. Cari colleghi, alla fine di 100 CHF se ne pagano 98 di tasse.» Quanto alla votazione sulla nuova imposta Billag sui media, Senn ha consigliato di votare a sfavore.

 
Ottime prestazioni di CC Mobil e CP Mobil
Nicolas Leuba, responsabile della cassa di compensazione AVS CC Mobil e della cassa pensione CP Mobil, ha parlato dell'andamento positivo degli istituti UPSA di previdenza di vecchiaia. In particolare, questi ha sottolineato che il contributo di copertura della CP Mobil continua ad essere di oltre il 100% e che il tasso d'interesse del 2,25% sull'avere di vecchiaia è un ottimo valore se paragonato al tasso minimo dell'1,75% della LPP. Infine, Leuba ha annunciato che nel 2016 diminuiranno le detrazioni sul salario.




 
Approvazione all'unanimità del conto annuale
Al discorso di Nicolas Leuba sono seguite l'accettazione del rapporto di gestione (all'unanimità) e l'approvazione del conto annuale. In questo contesto ha preso la parola Manfred Wellauer, Vice presidente del Consiglio centrale e membro del Comitato presidenziale, e ha presentato brevemente le cifre di conto d'esercizio e bilancio. Il conto annuale è stato approvato all'unanimità.






 
Wernli in carica per altri tre anni
Alla trattazione degli altri punti all'ordine del giorno come l'approvazione del budget 2016 (all'unanimità) è seguito il momento clou dell'AD: la rielezione del Presidente centrale, dei suoi due Vice e dei membri del Consiglio centrale. Anche in questo caso i delegati sono stati concordi: Urs Wernli (Presidente centrale), Pierre Daniel Senn (1° Vice), Manfred Wellauer (2° Vice) e i membri del Consiglio Kurt Aeschlimann, René Degen, Charles-Albert Hediger, Markus Hesse, Dominique Kolly e Nicolas Leuba sono stati rieletti all'unanimità.
 
Enrico Camenisch - la new entry del Consiglio
Un membro del Consiglio non si è ricandidato: Gianfranco Christen. Urs Wernli: «Dopo tre anni in carica vuole lavorare a regimi più bassi e concedersi più tempo. Tuttavia continuerà ad adoperarsi per i meccanici diagnostici dell'automobile.» Enrico Camenisch, di Porza/TI, è stato designato all'unanimità successore di Christen.

Ora nel Consiglio centrale un garagista estremamente impegnato




 
Onori
A conclusione dell'evento è stato reso onore ad alcuni membri UPSA per il loro impegno a favore del settore dei professionisti dell'auto. Si tratta di Gianfranco Christen, Beppi Diller, Thomas Gut, Silvio Tondo, Florian Vetsch e Peter Woodtli.
 
Arrivederci nel 2016 nel Canton Turgovia
In conclusione il rieletto Presidente centrale Urs Wernli ha ringraziato i presenti ricordando la prossima assemblea dei delegati. Wernli: «Sono felice di potervi rivedere alla prossima AD, in programma per mercoledì 1° giugno 2016 ad Arbon, nel Canton Turgovia.»
 
Il Comitato centrale dell’UPSA:

Da si. a de.: Markus Hesse, Pierre Daniel Senn, Manfred Wellauer, Enrico Camenisch, Urs Wernli, Dominique Kolly, Charles-Albert Hediger, Nicolas Leuba, René Degen, Kurt Aeschlimann
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie