stradasvizzera: a Zürcher succede Zumbühl

La 70a assemblea ordinaria dei membri di stradasvizzera è stata segnata dal cambio ai vertici. Ora il nuovo Presidente dell'associazione di categoria dell'economia automobilistica e della circolazione stradale privata è Rudolf Zumbühl.

Nonostante la complessità della situazione attuale, segnata da infrastrutture al limite, finanze che scarseggiano e sfide a livello di politica ambientale ed energetica, il Presidente uscente Niklaus Zürcher vede un futuro radioso per il traffico motorizzato privato. A dispetto dell'ampio ottundimento a sfondo ideologico e di oscure profezie (come ad esempio quella della moria delle foreste), negli ultimi 25 anni si è potuto non solo preservare ma persino sviluppare la mobilità motorizzata privata, tanto importante per la società e l'economia. Nonostante tutto, il traffico motorizzato privato non ha perso neanche un po' del suo peso. «La strada è e sarà la modalità di spostamento più importante. Neanche gli investimenti miliardari nel trasporto su rotaia e in progetti come Ferrovia 2000 e NFTA sono riusciti a invertire la tendenza», constata Niklaus Zürcher nel suo discorso dinanzi all'assemblea.

Una luce alla fine del tunnel
«Alla fine del tunnel si intravede un bagliore», così Niklaus Zürcher esprime la sua speranza di poter plasmare la mobilità del futuro, constatando con soddisfazione come la lobby delle strade possa contare sul serio sostegno del Consiglio federale e della Consigliera federale di competenza, sia nel progetto FOSTRA sia nella questione del San Gottardo. Secondo Zürcher, negli ultimi anni qualcosa si è mosso e si è compiuto un cambio di paradigma in fatto di circolazione stradale,
pur ricordando che il «cambio di paradigma» in questione non si è manifestato ovunque. Ne è un esempio l'attuazione di «Via sicura»: «Penso che, in questo caso, si stia passando il segno. L'infliggere sanzioni a 5 cifre in caso di infrazioni del codice della strada ferisce il mio senso della giustizia tanto quanto l'ostacolare i servizi di salvataggio», così il Presidente uscente di stradasvizzera commenta i nuovi casi di applicazione della legislazione (ora inasprita) in materia di circolazione stradale, emanata in nome della sicurezza del traffico. Niklaus Zürcher è stato Presidente di stradasvizzera per due mandati (2005-2009 e 2012-2015).

Ora tocca a Rudolf Zumbühl
In occasione delle elezioni ordinarie degli organi di stradasvizzera l'assemblea dei membri ha decretato Rudolf Zumbühl, Touring Club Svizzero TCS, nuovo Presidente dell'associazione di categoria dell'economia automobilistica e della circolazione stradale privata.
stradasvizzera - Federazione svizzera del traffico stradale FRS comprende circa 30 associazioni dell'economia automobilistica e stradale e delle tante organizzazioni svizzere degli utenti delle strade e dei maestri conducenti, tra le quali anche l'UPSA.
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie