Unione petroliera: il franco forte apre una falla nel serbatoio

All'assemblea generale dell'Unione petroliera, uno degli argomenti principali è stata l'eliminazione del limite minimo del franco. Nel suo discorso, il Presidente Rolf Hartl ha parlato del problema dei gestori delle stazioni di rifornimento vicine al confine.

Chi pensa che le stazioni di rifornimento non soffrano dell'eliminazione del limite minimo del franco perché crede che il greggio e i relativi prodotti siano quotati in dollari US e non in euro, si sbaglia. Rolf Hartl arriva al nocciolo della questione: „Il franco svizzero, diventato di colpo più forte del 15%, ha praticamente massacrato il turismo del rifornimento, che ai buoni vecchi tempi costituiva il 10-15% delle vendite di benzina in Svizzera.“ E continua: „Le informazioni sull'andamento delle vendite nelle zone di confine dimostrano che, in particolare dal 15 gennaio 2015, il volume è correlato praticamente al 100% con lo sviluppo del cambio franco-euro.“ Nelle zone di confine il ramo ha reagito qua e là abbassando i prezzi. Ciononostante, le perdite legate ai litri di benzina invenduti in quelle aree dovrebbero essere a due cifre, fatto che si ripercuoterà per forza di cose sui risultati del ramo degli oli minerali.

Tra i perdenti anche la Confederazione
Rolf Hartl: „Tra i perdenti c'è anche e soprattutto la Confederazione. Per una volta, noi e la signora Widmer-Schlumpf siamo, per così dire, «brothers in arms» perché per ogni litro di carburante non venduto le casse federali perdono 75 centesimi d'imposta sugli oli minerali.“ Hartl cita quindi la Consigliera federale, affermando che i proventi che vengono a mancare alle casse federali sono quantificabili in un totale di 200-300 milioni di franchi. Al tutto si aggiungono le perdite in termini di IVA, tassa sull'alcool e sul tabacco - quest'ultima per la contrazione dei fatturati conseguiti dai negozi contestualmente ai rifornimenti. „Non bisogna avere grandi doti profetiche per prevedere che, in caso di parità tra franco ed euro, non solo scompariranno completamente gli stranieri che vengono a fare rifornimento ma che si stimolano anche gli svizzeri ad acquistare benzina oltre il confine“, avverte Rolf Hartl i convenuti.

Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie