Boom di novembre

19 dicembre 2016 upsa-agvs.ch - A novembre il boom internazionale dell’auto ha raggiunto picchi di tutto rispetto: la Cina è cresciuta del 20%, l’Europa occidentale del 5%, gli USA quasi del 4% e persino la Russia ha ripreso quota dopo due anni.

A novembre le immatricolazioni del nuovo registrate nell’Europa occidentale sono salite a 1,1 mio. circa (+5%); il mese è stato dunque il novembre più vitale dal 2009. Tra i cinque mercati principali la Spagna ha segnato l’incremento maggiore (+13%), seguita dalla Francia (+9%) e dall’Italia (+8%). In Gran Bretagna e in Germania le immatricolazioni del nuovo sono aumentate rispettivamente del 3 e del 2%.

Anche i mercati minori dell’Europa occidentale si sono mostrati dinamici, come provano le cifre registrate in Portogallo (+24%), Islanda (+20%) e Lussemburgo (+12%). È di segno positivo anche lo sviluppo dei mercati di Belgio e Austria (risp. +9%), Danimarca e Norvegia (risp. +5%) e Svezia (+1%). Stabile invece quello finlandese, fermo sui livelli dell’anno precedente. L’Irlanda (-21%) e i Paesi Bassi (-20%) hanno accusato invece una contrazione.

A novembre il mercato USA dei light vehicle (automobili e light truck) ha registrato circa 1,4 mio. di unità, superando così del 4% il livello del novembre precedente. Il mercato cinese, cresciuto di un quinto, è arrivato a quota 2,5 mio. di veicoli nuovi e può dunque guardare con orgoglio al risultato mensile più brillante di tutti i tempi. Novembre ha arriso anche ai mercati di Giappone, India e Russia, che hanno sorpreso con risultati positivi.




 
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie